Saluti dal Mar Mediterraneo: sulle bacheche di Bologna le cartoline con il dramma dei migranti

Una sommossa epistolare contro le nuove politiche sull'immigrazione.

Foto di Michele Lapini

Scritto da La Redazione il 3 ottobre 2018

Messaggi di auguri colorati tra spiagge, ombrelloni pastello e mare cristallino ma nello sfondo morti, gommoni sgonfi e gente in mare: un cortocircuito visivo ospitato dalle bacheche affissive di via Irnerio grazie all’intervento di CHEAP. I “Saluti dal Mar Mediterraneo” sono quelli del progetto Solo in Cartolina, la campagna di denuncia contro le morti in mare lanciata l’estate scorsa dai Cretive Fighters, un gruppo di designer e illustratori italiani schierati contro le nuove politiche sull’immigrazione.

“La creatività richiede coraggio – afferma Nicole Romanelli, una delle promotrici della campagna insieme a Michela Locati, Pietro Gregorini e Verdiana Festa. Abbiamo chiesto alla comunità creativa di schierarsi. Abbiamo aperto uno spazio di dialogo per denunciare la disumanità attraverso un linguaggio metaforico vicino a tutti noi: la corrispondenza estiva. Siamo scesi nelle piazze a raccogliere i messaggi di dissenso degli italiani per dare voce a chi non si volta dall’altra parte. Adesso l’estate è finita ed è arrivato il momento di mantenere le promesse e consegnare le cartoline a destinazione” .

Il 3 ottobre le quasi diecimila cartoline, distribuite e firmate nelle piazze italiane con un’azione simbolica che ha coinvolto i promotori della campagna, alcuni esponenti delle ong e la rete di “Restiamo Umani”, saranno consegnate al Viminale al Ministro Salvini.