Un grande wall dedicato ad Antonio Gramsci: arriva AGITATEVIproject

L'intervento curato da CHEAP sarà realizzato a metà ottobre dall'artista leccese Chekos

Scritto da La Redazione il 5 settembre 2017

Dopo il wall dedicato alla partigiana Irma Bandiera sulla facciata delle scuole elementari Luigi Bombicci di via Turati, CHEAP torna a lavorare su un’altra grande icona: l’intellettuale antifascista Antonio Gramsci. L’intervento, commissionato dalla Fondazione Gramsci Emilia-Romagna in occasione dell’80° della morte avvenuta nel 1937, si intitola AGITATEVIproject e prende ispirazione dalla celebre esortazione di Gramsci a riappropriarsi della realtà con passione attraverso lo studio e la cultura:

Istruitevi, perché avremo bisogno di tutta la nostra intelligenza.
Agitatevi, perché avremo bisogno di tutto il nostro entusiasmo.
Organizzatevi, perché avremo bisogno di tutta la nostra forza.

L’Ordine Nuovo, 1° maggio 1919

A realizzare l’opera – entro la metà di ottobre, il luogo verrà annunciato tra qualche settimana – sarà l’artista leccese Checkos con il suo stile, evoluzione della tecnica dello stencil, in grado di unire astratto e figurativo.

«Per questo progetto – ci racconta Sara Manfredi – abbiamo abbandonato la carta perché come nel caso di Irma Bandiera, stiamo lavorando sulla memoria, sulla celebrazione di un’altra icona: in questo senso abbiamo preferito affidarci ad una tecnica meno “fragile” per un risultato meno temporaneo – anche se tutto è temporaneo, fortunatamente.
Chekos – continua – ha già collaborato con dei poster alle varie edizioni della call di CHEAP. Non abbiamo avuto nessun dubbio sul fatto di affidare a lui l’esecuzione perché lavora da sempre sulle icone, realizzando ritratti di personaggi socialmente e politicamente rilevanti.
Cogliamo, infine, come un segnale positivo il fatto che un’istituzione culturale come la Fondazione Gramsci si sia interessata al lavoro di CHEAP (soprattutto in formato poster, visto che la fondazione ha un archivio storico di poster politici) e che abbia deciso di affidarci un wall dedicato a Gramsci, scegliendo un linguaggio contemporaneo e urbano per celebrarne la figura e il pensiero».

Sarà anche possibile sostenere il progetto attraverso una raccolta fondi sparsa tra eventi e incontri, in cambio di prodotti handmade e di design, libri della biblioteca, shopper, quaderni e locandine tutti personalizzati ed elaborati a partire dall’immagine di Antonio Gramsci e dalle sue note citazioni. Le date dell’AGITATEVItour toccano Le Serre dei Giardini Margherita dall’8 al 10 settembre con il mercatino di design Capsula, Dynamo il 14 settembre, la Fattoria di Masaniello il 26 settembre. Altre modalità di sostegno attraverso paypal e bonifico o direttamente presso la biblioteca della Fondazione in via Mentana. Qui tutte le info.