Una grande mostra omaggio a Franco Fontana a Modena

Il fotografo e fotoreporter protagonista della primavera di Fondazione Modena Arti Visive.

Foto di Franco Fontana

Scritto da Elisabetta Modena il 4 dicembre 2018

FMAV (Fondazione Modena Arti Visive) annuncia una mostra dedicata a Franco Fontana (Modena 1933). Dal 23 marzo al 25 agosto  2019 il fotografo modenese, le cui opere sono conservate nelle collezioni dei musei di tutto il mondo, sarà infatti protagonista della mostra Franco Fontana. Sintesi curata da Diana Baldon e dallo stesso artista.
Realizzata in collaborazione con il festival Fotografia Europea di Reggio Emilia, che nell’edizione 2019 sarà dedicato al tema “LEGAMI. Intimità, relazioni, nuovi mondi”, la mostra sarà divisa in due sezioni. La prima presenterà nella Sala Grande di Palazzo Santa Margherita e nella Palazzina dei Giardini trenta opere di medio e grande formato perlopiù inedite, selezionate dal suo archivio, che ripercorreranno quasi 60 anni di attività e uno stile fotografico unico, teso a documentare e raccontare il paesaggio naturale e urbano sperimentando i confini tra rappresentazione e astrazione. La seconda parte, allestita negli spazi del MATA – Ex Manifattura Tabacchi, sarà una mostra curata dallo stesso artista e presenterà circa cento fotografie appartenenti al “Fondo Franco Fontana” della Galleria Civica/Comune di Modena. Il fondo è costituito da circa 1600 fotografie dei più importanti fotografi del XX secolo con i quali, a partire dagli anni ‘70, Fontana inizia un “Dare e avere”, uno scambio di stampe. Donato dall’artista nel 1991 anche grazie all’attività di Oscar Goldoni, il primo nucleo di immagini fu esposto in una mostra – allestita alla Palazzina dei Giardini e curata da Walter Guadagnini con Paolo Mauri – di cui esiste anche un catalogo (La raccolta fotografica Franco Fontana, Bologna, Grafis 1991), seguita due anni dopo da un’ulteriore mostra e da una pubblicazione – curate da Flaminio Gualdoni – dedicate alle nuove acquisizioni (La raccolta fotografica Franco Fontana. Nuove acquisizioni, Bologna, Grafis 1993). Fu un momento determinante per la storia della Galleria Civica: nel fondo sono presenti nomi di fotografi italiani da Mario Giacomelli a Luigi Ghirri, da Franco Vaccari a Paolo Gioli, da Ferdinando Scianna a Gianni Berengo Gardin e nomi internazionali, da Richard Avedon a Annie Leibovitz, da Arnold Newman a Garry Winogrand, da Josef Koudelka a Sebastião Salgado. Al nucleo di fotografie si aggiunsero in seguito anche 700 volumi tra monografie, cataloghi di mostre, libri e periodici sulla storia della fotografia provenienti dalla sua biblioteca personale. Fontana è stato protagonista di mostre organizzate a Modena anche negli anni successivi come quella allestita nel 2000 e dedicata ai suoi numerosi soggiorni negli Stati Uniti (Franco Fontana. Sorpresi nella luce americana; Milano, Federico Motta Editore 1999).

L’esposizione del prossimo anno sarà così l’occasione per fare il punto sulla sua ricerca artistica e per ricostruire un tessuto di contatti, legami e amicizie che costituirà un’importante occasione per leggere il lavoro e la vita del fotografo modenese in un contesto di relazioni internazionali, rappresentando al tempo la prosecuzione di una storia molto importante per la città, che ha radici nelle mostre della Sala comunale di Cultura degli anni ’60 del secolo scorso.

FMAV ha inoltre annunciato altre due mostre: il Museo della Figurina ospiterà Pop Therapy. Lo spirito rivoluzionario delle figurine Fiorucci (9 marzo-25 agosto 2019) dedicata all’album Fiorucci Stickers (pubblicato nel 1984 da Panini e distribuito insieme a oltre 25 milioni di bustine). All’interno del museo, un intervento dell’artista Ludovica Gioscia (Roma 1977) innescherà inoltre una riflessione sull’impatto delle estetiche e della cultura degli anni ’80. All’inizio dell’estate inaugurerà poi The Summer Show (22 giugno-21 luglio 2019) l’evento espositivo organizzato dalla Scuola di alta formazione di FMAV – Fondazione Fotografia e giunto ormai all’ottava edizione.
Da novembre è online il nuovo sito di Fondazione Modena Arti Visive (https://fmav.org/), visitando il quale è possibile informarsi sulle numerose attività offerte al pubblico.