Sorry I’m Not a Deejay #Chef

è UN CONTINUO PARLARE DI CIBO, ANCHE QUANDO MANGI PARLI DI CIBO. SE NE PARLA SEMPRE. Andrea Decuzzi sul food trend porta alcuni dj da dietro la consolle a dietro i fornelli

Scritto da Emanuele Zagor Treppiedi il 21 febbraio 2016
Aggiornato il 8 febbraio 2017

Andrea Decuzzi è un ragazzo di Firenze appassionato di musica elettronica ed eventi. Questa sua passione l’ha portato a seguire e a instaurare rapporti con dj come Maceo Plex, Seth Troxler, Jamie Jones e altri. In contemporanea realizza il progetto Spoonmy, brand e shop on line nato da un ciondolo a forma di cucchiaio e ingranditosi con le magliette con la scritta “Sorry I’m Not a Deejay“. Questa linea di magliette ideata da Andrea e prodotta dalle mani di Maria Chiara Buccianti, dopo la variante “Sorry I’m Not a Dealer”, ora lancia il secondo slogan: “Don’t Put My Face on Your Book“. Magliette e cucchiai sono venduti in diversi negozi da Ibiza a Dubai, passando per Barcellona.

sorryricardo

Nel 2015 Andrea, sempre motivato dalla solita passione per il divertimento, si imbatte in un nuovo progetto: un programma televisivo sul canale toscano locale Teleiride che si chiama sempre Sorry I’m Not a Deejay e che attraverso interviste e video report parla di nightlife e delle persone che la popolano.

Dopo due edizioni e ben 950 minuti di trasmissione televisiva intervistando e seguendo dj come Claudio Coccoluto, Seth Troxler, Tale of Us e molti altri e collaborando con videomaker come Luca Dea e Mattia Bonaretti, Andrea torna in tv con un nuovo format: Sorry I’m not a Deejay #chef. I dj non saranno più dietro ai piatti ma dietro ai fornelli con le loro ricette migliori, il tutto chiacchierando di musica, serate, cibo e lifestyle.

Il programma andrà in onda sempre su Teleiride tutti i lunedì alle 16 dal 22 febbraio al 2 maggio e tra gli chef troverete Bosconi Records, Alex Neri, Federico Gardenghi, Luca Agnelli, Romano Alfieri, Leon, Giuseppe Cennamo, Renè e molti altri.

FullSizeRender (1)

Qui vi facciamo vedere il primo episodio con ai fornelli Bosconi Records, tra dischi in uscita e bruschette fatte con l’olio della label toscana

https://www.youtube.com/watch?v=OleT9d05GrQ
 
Ecco il secondo episodio con ai piatti Alex Neri che ci delizierà con i paccheri al sugo di cernia e con un’aiutante chef speciale: il giovanissimo dj Federico Gardenghi.

 
Nel terzo episodio occhi puntati solo sul giovanissimo Federico Gardenghi, dj a soli 11 anni.

 
Il tv show Sorry i’m not a deejay #Chef nel quarto episodio è andato a Villa Agnelli a trovare la label Etruria Beat di Luca Agnelli e oltre a Luca c’erano anche due giovani promesse della label Dast e Little Charles. Vediamo cosa hanno cucinato di buono…

 
Nel quinto episodio l’ospite d’eccezione è la bella e apprezzata Giulia Marconi. Insieme a Giulia, per supportare la ricetta di oggi, uno chef professionista: il caro amico amico Paolo Secci.

https://www.youtube.com/watch?v=OIRQaF9My48
 
Nel sesto episodio l’ospite è Leon arruolado come resident al party Music On di Marco Carola che sfida Andrea a biliardo e poi prepara i rigatoni alla gricia.

 
Giuseppe Cennamo è l’ospite della settima puntata che dopo una chiacchiarata in centro a Firenze con Andrea ci preparerà un classico spaghetto alle vongole.
 

 
Nell’ottavo episodio il special chef è Romano Alfieri tra i dj del Tenax e dei party Sunflower e da poco preso sotto l’ala protettiva di Reboot. Lui appassionato di cucina oltra che di musica e clubbing ci preparerà il cinghiale in bianco.

 
René è l’ospite della nona puntata e con lui il nostro Andrea Decuzzi ha parlato di musica, clubbing e del party DC10 al Circoloco di Ibiza dove René è resident. In contemporanea potrete assistere anche alla preparazione dei rigatoni alla gricia.

 
Per l’ultima puntata in nostro Andrea Decuzzi ha incontrato i Supernova per una lunga intervista e per un grande classico: la bistecca alla fiorentina