Fr 16.10 2020 – Fr 04.12 2020

Paolo Gonzato - Pastiche

Wo

Officine Saffi
Via A. Saffi 7, 20123 Milano

Wann

Freitag 16 Oktober 2020 – Freitag 04 Dezember 2020

Wie viel

free

Paolo Gonzato

Con la sua nuova mostra personale Paolo Gonzato sofferma la sua riflessione, in maniera evocativa, sulla pratica artistica di Giambattista Piranesi (1720-1778), l’eclettico genio protagonista del ‘700 che muovendosi tra Venezia e Roma, tra Barocco e Neoclassicismo, gettò le basi non solo del gusto delle generazioni che lo hanno immediatamente seguito, ma forse dell’idea stessa di un artista che sia creatore ma anche architetto, archeologo, antiquario, documentarista, designer, mercante, impresario e falsario.

Nascono così per la mostra Pastiche nuove opere, frammenti decorativi e architettonici d’incerta datazione, interi manufatti in ceramica ricchi di sedimenti come se fossero appena usciti da scavi archeologici di una civiltà antica o addirittura presagi di un mondo distopico e post apocalittico.

Oltre che riflessione filosofica e storica, la mostra vuole anche essere un approfondimento dell’artista sul medium della ceramica, materiale con cui produce i suoi primi lavori a partire dalla seconda metà degli anni 2000. «Trovavo che fosse un materiale piuttosto desueto nella pratica artistica di allora, l’arte contemporanea in Italia non se ne occupava, e questo mi attraeva».

Le sperimentazioni con la ceramica rientrano poi nella sua più ampia visione sulla scultura: stratificazioni successive su un impianto di gusto brutalista dai toni forse a volte un po’ grevi. Il nodo teorico che lega questo medium al lavoro pittorico di Gonzato si esemplifica nel fatto che entrambe – le sue pitture e le sue ceramiche – subiscono trasformazioni da una parte incontrollate e dall’altra ricadano invece in una gabbia “concettuale” ben definita così come avviene in maniera molto chiara nella serie OUT OF STOCK. Questo ciclo di lavori intrapreso nel 2004 prende spunto da una riflessione sull’accumulo di scarti di materiali preesistenti e sulla destrutturazione di opere già realizzate, e porta alla definizione dal motivo del pattern a losanga che è tutt’oggi uno dei segni distintivi del lavoro di Gonzato.

Geschrieben von La redazione