Sushi e sashimi hanno „sfondato“ le porte dell’alimentazione globale decenni or sono, ma, sempre per decenni, sono rimasti gli unici piatti della cucina giapponese conosciuti ai più. Il resto, diciamo in maniera sbrigativa, era considerato un riempitivo per i menu. Con la „riscoperta“ del cibo che sta imperversando da ormai diverso tempo, si aprono nuove porte anche per le cucine etniche, che sono in grado di portare ai palati dei più piatti e alimenti caratterizzati da tradizione ed artigianalità. Uno di questi, sempre per quello che riguarda la cucina giapponese, è il ramen: delle tagliatelle (fatte a mano) servite in brodo e arricchite di condimenti vari. La gente ne va ghiotta, a tal punto che sono nati ristoranti dedicati esclusivamente a questo piatto. Roma non fa eccezione, così, tra nuove aperture e vecchie certezze, possiamo finalmente darvi gli indirizzi dove mangiare dell’ottimo ramen, senza pentirsi di non aver scelto per una volta tonno e salmone avvolti da alghe e riso.

Contenuto pubblicato su ZeroRoma - 2019-01-11