Accumulazione musicale e seduta di Arman

Foto di Matteo Ceschi

Kontakte

Accumulazione musicale e seduta di Arman Parco Sempione,
Milano

Geschrieben von Lucia Tozzi il 26 September 2018

Dietro al popolarissimo campo da basket del Parco Sempione c’è un’opera d’arte di Arman, l’artista che prima di ogni altro ha assemblato in grandi installazioni gli oggetti e i residui della civiltà industriale, trasformandoli in nuovi monumenti. È una cavea di teatro o, a seconda dell’uso che le persone preferiscono farne, una gradinata, un invito a sedersi, come il nome lascia intendere. È fatta di sedie tutte diverse immerse nel cemento, ormai un po‘ consunto e bisognoso di restauro, anche se quell’aria di rovina contemporanea aggiunge ovviamente fascino al luogo. Gli strumenti musicali, anche loro affogati come vittime della mafia nel cemento, occhieggiano dal podio. Anche questo bellissimo monumento, come il teatrino di Burri, fu prodotto in occasione della XV Triennale nel 1973, nella mostra Contatto Arte-Città diretta da Giulio Macchi.