Circolo Combattenti e Reduci di Porta Tenaglia

ZERO hier: Sente il Piave mormorare mentre gioca a biliardo.

Kontakte

Circolo Combattenti e Reduci di Porta Tenaglia Via A. Volta, 23
Milano

Zeitplan

  • lunedi chiuso
  • martedi 12–01
  • mercoledi 12–01
  • giovedi 12–01
  • venerdi 12–01
  • sabato 12–01
  • domenica 12–20

Bitte überprüfe immer deine Informationen

„Mi fai un Milano Torino“, dico senza esitare al bancone del bar. „E come si fa un Milano Torino“, mi rispondono con altrettanta sicurezza dall’altra parte. Capisco che è il mio bar, quello dove le cose si fanno con una genuina improvvisazione. „Metti metà bitter Campari e metà Punt e Mes e ci siamo“. Neanche male il risultato, d’altronde il Mi.To. è semplice da realizzare, lo faceva sempre mia nonna tra una partita di Burraco e un’altra alle sue amiche. Qui al Circolo dei Combattenti invece si gioca a boccette all’italiana: senza stecche perché mi spiegano scherzando che una volta se le sono date in testa le stecche e quindi sono state vietate.

IMG_6255
Gli voglio credere, le storie romanzate sono le mie preferite. Il Circolo dei Combattenti è un pezzo di vecchia Milano, apre nel 1918 per i reduci della Prima Guerra Mondiale e nel corso della storia cambia volto e proprietà. Fino ad arrivare a quella odierna, da quasi sette anni dietro la direzione del Circolo. Ci trovi dentro volti rugosi di personaggi con le mani ingiallite dal fumo di anni e giovani leve, perché venire al Circolo fa comunque figo e dopo che hanno aperto e coperto anche per l’inverno il backyard è un luogo sempre popolato. Si mangia al Circolo dei Combattenti: i grandi classici della tradizione milanese e della cucina italiana. Sarà il vostro posto della vita.

Martina Di Iorio