Bologna accoglie la Piccola Amal, la marionetta gigante partita dalla Siria

Per sensibilizzare sui diritti delle bambine e dei bambini rifugiati all’interno del festival internazionale itinerante The Walk_Il Cammino

Geschrieben von La Redazione il 13 September 2021

Il 16 settembre arriva al Parco della Montagnola la Piccola Amal, una marionetta gigante alta tre metri e mezzo, che rappresenta una bambina siriana rifugiata di 9 anni di nome Amal (in arabo Speranza). Amal è partita da Gaziantep, al confine tra Siria e Turchia, e ha intrapreso un viaggio di oltre ottomila chilometri verso Manchester, per ritrovare la madre, simbolo degli oltre 34 milioni di minori rifugiati e sfollati, molti dei quali separati dalle loro famiglie.  È stata creata dalla compagnia di Città del Capo Handspring Puppet Company, per un appuntamento che è tappa di The Walk_Il Cammino, il più grande festival itinerante dedicato ai diritti delle bambine e dei bambini rifugiati mai realizzato, prevedendo dal 27 luglio e fino al 3 novembre numerose tappe in otto Paesi europei: Turchia, Grecia, Italia, Francia, Svizzera, Germania, Belgio e Regno Unito dove farà tappa anche a Coventry, città gemellata con Bologna, con appuntamenti realizzati all’interno del programma UK City of Culture 2021.

L’arrivo della Piccola Amal a Manchester segnerà infine l’ultima tappa del suo lungo viaggio il 3 novembre.  

Un grande evento internazionale che vuole valorizzare e sensibilizzare l’intera comunità alla tutela dei diritti umani e dell’infanzia, all’accoglienza, alla cultura delle diversità, al clima e all’educazione.

“Un libro per Amal”, la tappa al Parco della Montagnola di Bologna, è la nona nel nostro Paese. Qui Assitej Italia, Associazione Italiana di Teatro per l’Infanzia e la Gioventù con sede a Bologna al Teatro Testoni Ragazzi, ha deciso di organizzare l’unica tappa emiliano-romagnola, grazie al contributo delle realtà Socie presenti nel territorio della Regione. La manifestazione del 16 settembre è stata ideata da La Baracca – Testoni Ragazzi di Bologna e il Teatro Dell’Argine di San Lazzaro di Savena.

Amal arriverà al mattino e si fermerà incuriosita dalla presenza di alcuni gruppi di bambine e bambini (6 gruppi classe di scuola primaria del territorio, invitate a partecipare al progetto) intenti ad osservare e ad ascoltare: sei piccole postazioni, fatte di movimenti – parole – gesti – oggetti, diverse nella forma ma legate dal comune tema del viaggio. Viaggio come necessità, strumento di conoscenza, occasione di crescita, confronto con altre culture.  Al centro del parco un grande cavallo cavalcato da un attore che, come una sorta di direttore d’orchestra, si occuperà di coordinare la manifestazione.  Amal avrà la possibilità di vedere alcune di queste azioni e, con una classe, dirigersi verso il centro del parco, vicino al cavallo, dove le bambine e i bambini le regaleranno un grande libro da leggere insieme, riportante la Carta dei diritti dei bambini all’arte e alla cultura. Frutto di un progetto nato a Bologna da un gruppo di lavoro promosso da La Baracca – Testoni Ragazzi, La carta dei diritti è composta da 18 articoli: parole e immagini, tradotte in 27 lingue diverse, per affermare il diritto delle bambine e dei bambini di tutto il mondo all’arte e alla cultura, ad una cittadinanza attiva e culturale.

La tappa bolognese continua nel pomeriggio con l’evento “Allo stadio con i bambini del Bologna Fc”.  La Piccola Amal alle 17.30 sarà accolta allo stadio Dall’Ara dai bambini della scuola del Bologna calcio per un pomeriggio di sport e divertimento insieme ai ragazzi e alle loro famiglie.