Burro Studio celebra i quartieri con „Milano Addosso“

La capsule di outwear che rende omaggio all'urbe

Geschrieben von Giada Biaggi il 23 Dezember 2020
Aggiornato il 29 Dezember 2020

Foto di Polkadot

Moose Knuckles e Burro Studio presentano ‘Milano Addosso’, l’iniziativa benefica che celebra i quartieri di Milano e sostiene la community hyper-local. Negli ultimi anni in Italia e in particolare a Milano il senso di appartenenza al proprio quartiere è diventato sempre più forte e radicato. I protagonisti del panorama musicale italiano, in particolare i rapper che sempre più spesso citano i quartieri dove sono nati e cresciuti all’interno dei loro testi, hanno giocato un ruolo fondamentale nella nascita di questo sentimento che si è sviluppato rapidamente in chi vive la città giorno dopo giorno. Ed è proprio dalla volontà di offrire alle persone qualcosa da indossare che rappresentasse questo crescente senso di appartenenza che nasce la collaborazione tra Moose Knuckles, brand canadese di luxury performance outerwear, e lo studio di design Burro Studio. Milano Addosso, il progetto ideato dallo studio di design milanese nel 2018 che esplora i valori di identità e territorio e che attualmente vanta una collezione di 16 sciarpe ognuna dedicata ad un quartiere di Milano. Oggi il progetto si amplia con una capsule collection disegnata da Burro Studio x Moose Knuckles Gives a Fu*K ispirata a quattro
tra i quartieri più famosi della città: Barona, Sarpi, Soupra e Porta Venezia.

I graffiti colorati del Barrio’s di Barona, gli scacchi  dei bagni diurni di Porta Venezia e la sua natura inclusiva,  i ponti di ferro dei Navigli, la torre oro di Fondazione Prada e il rosso PCI delle lanterne di Paolo Sarpi si declinano su felpe, long-sleeves e t-shirt

Ed è così che i graffiti colorati del Barrio’s di Barona, gli scacchi che distinguono l’architettura dei bagni diurni di Porta Venezia e la sua natura inclusiva, le architetture e i ponti di ferro che definiscono il panorama dei Navigli, insieme alle linee squadrate di Piazza Olivetti, la Torre Oro di Fondazione Prada e il rosso PCI delle lanterne che invadono Paolo Sarpi durante il capodanno cinese sono interpretati e declinati su felpe, long-sleeves e t-shirt dal fit rigorosamente oversize; come prevedono i dettami stilistici della Generazione Z. La collezione, interamente Made in Canada, è in vendita in esclusiva presso il pop up store di Milano in Corso Matteotti 14 a partire da sabato 12 dicembre e non si limita a celebrare la comunità locale ma la sostiene concretamente, portando avanti l’impegno sociale di Moose Knuckles già iniziato a Maggio con il progetto Moose Knuckles Gives A F**k. Per ogni capo della capsule collection acquistato in store infatti, il brand ne dona uno al Servizio guardaroba di Fondazione Progetto Arca onlus, organizzazione no profit che da oltre 25 anni opera sul territorio milanese per offrire un aiuto concreto a persone senza dimora e a famiglie in difficoltà e accompagnarle verso un futuro di autonomia e integrazione sociale.