Il Mercato Centrale apre il 2 settembre

La data è ufficiale: in Centrale due piani e 29 botteghe

Geschrieben von La Redazione il 23 Juli 2021
Aggiornato il 1 September 2021

La notizia dopo rimbalzi, posticipazioni e chiusure di diverso genere è ufficiale. Giovedì 2 settembre
aprirà il Mercato Centrale Milano, nello storico edificio della Stazione Centrale 29 botteghe dislocate su due piani e uno Spazio Fare dedicato ad eventi e incontri. In piazza IV novembre 5 mila metri quadrati che affacciano sulla Stazione Centrale: il modello è quello già consolidato a Firenze, Roma e Torina. Un luogo in cui sedersi e leggere, mangiare, fare la spesa, ascoltare. Il Mercato Centrale Milano vuole essere un contenitore di eccellenze enogastronomiche: artigani, nomi noti e meno noti, che coprono una varietà di cibi, prodotti e ricette.

Gli artigiani del Mercato Centrale Milano

Il succo fresco – Cesare Cacciapuoti e Nicolò De Gregorio

Il pane e i dolci – Davide Longoni

Il mulino – Mattia Giardini e Alberto Iossetti

I ravioli cinesi – Agie Zhou

La sfogliatella napoletana – Sabato Sessa

Il tartufo – Luciano Savini

La birreria – Luigi Moretti

La pasticceria – Vincenzo Santoro

Il gelato e il cioccolato – Riccardo Ronchi ed Edoardo Patrone

Il riso – Sergio Barzetti

La pizza – Giovanni Mineo e Simone Lombardi

La carne e i salumi – Fausto Savigni

L’hamburger di Chianina – Enrico Lagorio

Il girarrosto – Alessandro Baronti

L’enoteca – Tannico

La pasta fresca – Famiglia Michelis

La cucina di pesce – Ruggero Orlando

Il cocktail bar – Flavio Angiolillo

Il fish bar – Jérémie Depruneaux

Il ristorante – Piero e Luca Landi

La scuola di cucina – Alessio Leporatti

Il laboratorio radiofonico – Alessio Bertallot

Il mercatino biologico – Tommaso Carioni

Il caseificio – Tommaso Carioni

La gastronomia genovese – Marco Bruni

L’american barbecue – Joe Bastianich

Il bollito e il lampredotto – Giacomo Trapani

I fiori e le piante – Rosalba Piccinni