Chiuso in casa? È il momento buono per ritrovare i tuoi calzini

Dalle pulizie di Pasqua alle pulizie ai tempi del Coronavirus

Geschrieben von Paolo Nicolò Ferraguti il 25 Februar 2020
Aggiornato il 17 März 2020

Foto di PxHere

Ragazzi la Pasqua quest’anno è in anticipo… vista la quantità di ore passate in casa per cause virulente, ci possiamo dare a quelle pulizie profonde che di solito si iniziano durante il periodo pasquale. Inoltre la „passione“ civile e intima aumenta le difese immunitarie!

Vediamo allora da dove si può incominciare: dopo un veloce check nell’armadio dei golfini per vedere che non ci siano farfalline in agguato e dopo aver controllato che tutti i calzini siano accoppiati (veramente non vale barare!), si può pensare di lavare e sistemare i giacconi più pesanti. Anche se l’inverno non sembra ancora esserci stato, siamo alle porte della primavera. Leggete bene le etichette e lavate a mano o in lavatrice seguendo tutte le indicazioni. Il Negroni sbagliato sul piumino va mandato però in tintoria. In lavatrice allacciare bottoni, chiudere cerniere e legare stringhe e nastri.

Se avete in casa tende, tappeti e cucce per animaletti, è il momento giusto per dare una bella rinfrescata: polvere, inquinamento e fumi vari li avranno sicuramente invasi. Le tende vanno lavate in macchina con un bel pacchetto di aspirine, meglio del Vanish! I tappeti vanno spesi di bicarbonato, lasciati una notte così (vietando al gatto di turno di giocarci sopra) e la mattina passati con l’aspirapolvere all’ultima moda (senza fare nomi), oppure riempite il balcone del vicino di sotto sbattendoli con un bel battipanni. Se ci sono macchie dovute alla sbornia della vostra collega, allora meglio un po‘ di trielina stando attenti al colore. Tornando alla lavatrice, dopo innumerevoli lavaggi di calzini, lenzuola e ora anche ti tende e cucce, meglio pulire il filtro con acqua e aceto.

Mentre fate tutto ciò potete preparare un piccolo zabajone da gustare la sera davanti alla vostra serie preferita: 8 tuorli, 6 cucchiaiate di Marsala e 30 g di zucchero; frullate a freddo e poi sul fuoco lento (non deve mai bollire) finché si addensa. Sesso alternativo garantito!

Contenuto pubblicato su ZeroMilano - 2020-03-01