Tutto Questo Sentire torna per due concerti

L'occasione è la terza stagione di PianoNovecento 2021 a Firenze, gli ospiti invitati a partecipare Elisa e Giulia La Marca, Nicola Ratti ed Elio Marchesini

Geschrieben von Chiara Colli il 20 Juli 2021
Aggiornato il 21 Juli 2021

video still graphics © Euroemptiness 2012, still da video, courtesy dell'artista

Negli anni abbiamo imparato a conoscere il collettivo Tutto Questo Sentire e ad aspettarci ogni volta qualcosa di simile, ma sempre intrinsecamente diverso. Prima ancora che un progetto di performance multimediali, TQS è un esperimento in continua trasformazione e in stretta relazione con la contemporaneità, un flusso in cui suono, voce e immagine si fondono interagendo con il contesto e lo spazio in cui prendono forma, ma anche con gli artisti di volta in volta coinvolti oltre a quelli del nucleo originario. Nato nel 2014 da un’idea del compositore Sandro Mussida insieme al soprano Olivia Salvadori e la video artist Rebecca Salvadori, la vocazione di TQS è quella di mettere a confronto percorsi e approcci stilistici provenienti da ambiti di ricerca diversi, coinvolgendo nomi nazionali e internazionali che per vari anni hanno condiviso un periodo di residenza in Toscana, a Capalbio – per poi realizzare ogni volta performance e gesti artistici inediti e site specific.

Rebecca Salvadori, Sandro Mussida, Olivia Salvadori (foto 1-2 di Henerico Rossi, foto 3 di Laure Boudet)

Dopo una pausa forzata, quest’anno il collettivo torna con due concerti in occasione della terza stagione di PianoNovecento 2021 al Museo del Novecento di Firenze: un lavoro multimediale in due atti (Atto Unico parte I, Atto Unico parte II) pensato appositamente per lo spazio del chiostro delle ex Leopoldine e strutturato su elementi elettroacustici, immagini e voce. Per queste due serate TQS ha invitato le liutiste Elisa e Giulia La Marca (Quartetto di Liuti di Milano), il percussionista scaligero Elio Marchesini (22 Luglio), e il produttore milanese Nicola Ratti ai sintetizzatori modulari (29 Luglio). I due eventi sono concepiti come un’unica opera che approfondisce l’interazione tra i diversi caratteri dei musicisti, dell’elemento visivo e della voce. Due appuntamenti in cui, come sempre, l’attenzione sarà legata ai rapporti tra suono, produzione video e atto performativo in rapporto alla percezione ed esperienza del tempo e dell’ambiente.

TQS si è esibito presso diverse istituzioni internazionali tra cui South London Gallery (UK), Cafe Oto (UK), Camden Arts Centre (UK), FOLD club (UK), Orto Botanico di Roma (IT). Ha lavorato in partnership con Club to Club, Thirty Three Thirty Three, Inverted Audio con il sostegno, tra gli altri, di Arts Council England e Istituto Italiano di Cultura Londra. Ha commissionato nuovi lavori e collaborato con artisti quali CURL (Coby Sey, Brother May, Mica Levi), Lucy Railton, Mark Fell, Rian Treanor, Alessandra Novaga, Akihide Monna, John Colpitts, Nhu Xuan Hua, Elena Colombi, Ciro Longobardi, Oren Ambarchi, Simone Beneventi. Di seguito il programma dei due appuntamenti, gratuiti, al Museo del Novecento.

Giovedì 22 luglio
H 21.30
Tutto Questo Sentire Atto Unico, parte I

Elisa e Giulia La Marca – liuto
Sandro Mussida – electronics
Elio Marchesini – percussioni
Rebecca Salvadori – lavori originali dell’artista audio/video

Giovedì 29 luglio
H 21.30
Tutto Questo Sentire Atto Unico, parte II

Olivia Salvadori – voce, su testi di Michelangelo Buonarroti
Sandro Mussida – live electronics
Nicola Ratti – modular synthesizers
Rebecca Salvadori – lavori auduio/video originali dell’artista

Tutti gli ingressi sono gratuiti. Ingresso libero fino a esaurimento posti. Per informazioni rivolgersi all’indirizzo: segreteria.museonovecento@musefirenze.it