ZERO MANIA: NoLo

Le sonorità del quartiere a Nord di Loreto raccolte in una playlist creata dal quartiere stesso

quartiere NoLo

Geschrieben von Eric Fiorentino il 18 September 2020

Da qualche giorno mi sono trasferito a lavorare nell’ormai famoso quartiere di NoLo e ne ho dovuto recepire i sapori, gli odori e ovviamente i suoni, ciò che più mi riguarda. La mattina devo dire che è un posto tranquillo: il tempo per lo più è scandito dal tram che passa, dai fornitori e corrieri che scaricano merce, dai monologhi in arabo fatti al telefono con voce sostenuta, insomma i rumori di una classica metropoli. Le prime onde soniche della giornata le emettono le radio onnipresenti in qualsiasi attività, officina, bar, ferramenta e parrucchiere di zona. Ovviamente la frequenza cambia a seconda dell’etnia titolare.

Arriva il tramonto reggaeton mixato all’aperitivo pugliese fatto di pizzica e taranta

La strada inizia ad animarsi di musica dopo pranzo, quando iniziano a vedersi le prime birre da 66cl in mano a panciuti latinos. Le loro piccole casse „made in china“ sparano fuori bachata da ballare in coppia, ma non vedo mai nessuno che prende l’iniziativa. Dall’alto delle loro rigogliose attività commerciali bangladini e turchi rispondono con la loro pop music a bassa gittata. I bpm sud americani aumentano quando il sole cala: arriva il tramonto reggaeton mixato all’aperitivo pugliese, gli immigrati che dal dopo guerra in poi trovarono casa e lavoro nel quartiere sopra Loreto, fatto di pizzica e taranta.

Quando la notte cala e i wok iniziano a sfrigolare, la giovane trap-pola cinese suona a basso volume nei ristoranti gestiti da acerbi orientali che di italiano hanno imparato solo a memoria il menù, mentre cantano sottovoce le loro hit. Per digerire ci vuole un’amaro italiano: la musica elettronica che viene prodotta nelle case e negli studi del quartiere. Suoni autoctoni che sentirete al concludere della playlist di ZERO MANIA – NoLo.