Fabio Alampi

La notte vista da Fabio Alampi aka Dj LMP di Take It Easy e raccontata attraverso un identikit per il numero speciale Grande! Zero - La notte di Milano.

Geschrieben von Emanuele Zagor Treppiedi il 18 Oktober 2017

Geburtsort

Desio

Attività

Direttore artistico, Dj

Dj, producer e ideatore di Take It Easy, continuativo elettronico del sabato oggi con sede allo storico Tunnel, locale di cui è anche il direttore artistico.

A che ora inizia il giorno e a che ora finisce la notte?
Il giorno inizia quando sto tornando a casa con la sigla del telegiornale delle 6.00 e il rumore della cler dei garage. Ma la notte invece può essere infinita, soprattutto finché sei in un club.

Qual è la magia che distingue la notte dal giorno?
Il silenzio rende la notte lo scenario perfetto per chi ha bisogno di ascoltarsi ed esprimersi.

La notte di Milano.
Incazzata.

La tua prima notte folle.
Festa del paese in Brianza, avevo 10/12 anni, la prima birra e l’approccio con qualche ragazzina, alla fine delle gran pedalate… la storia di una vita. Rientrai a casa 2 ore dopo il coprifuoco con le spighe nei capelli a causa di un escursione non programmata in un campo di grano con la mia BMX. In punizione a causa „fiatella“.

Come ti prepari e come inizia la tua serata? Cosa ascolti quando balli davanti allo specchio prima di uscire?
Se lavoro è tutto un improvvisare, si decide in base al dj ospite della serata. Se invece „sono di fiesta“ per cena spesso mi capita di mangiare il piatto tipico milanese: il sushi, ma preferisco i ristoranti classici. Ballo sempre e tantissimo prima e durante la serata: oltre di essere promoter e dj sono soprattutto un clubber. Però non ballo davanti allo specchio, perché non ce l’ho!

La vita è un party o i party aiutano a vivere?
I party aiutano molto la vita delle persone, soprattutto in momenti storici come quelli di oggi: credo che la gente abbia bisogno di svago.

Qual è l’evento dei tuoi sogni che vorresti organizzare?
Non ve lo dico ché poi mi rubate l’idea. Prima o poi lo farò e sarete tutti invitati, pagando! Line up probabilmente tutta italiana.

Cos’hai scoperto di notte e cosa sogni di scoprire ancora nella notte?
Ho scoperto il lato b di molte persone e, come succede spesso anche con la musica, ti accorgi che è quello migliore.

Una persona della notte che è diventata importante anche di giorno?
Quasi tutte le persone importanti della mia vita le ho conosciute di notte.

Ti sei mai innamorato di notte?
Mi son sempre innamorato di giorno.

La discoteca e il party più belli di sempre?
Forse il l’Hï di Ibiza: una struttura così preparata e all’avanguardia non credo esista. La festa più memorabile è stata l’Innervisions Night con il live di Henrik Schwarz al Panorama Bar alle 9.00 di mattina.

Il luogo nel mondo con la “mejo” nightlife?
Berlino. Non sono un vero fan di questa città ma devo riconoscere che le persone vivono il clubbing in maniera più responsabile e rilassata, le feste sono interminabili, il pubblico più ricettivo e curioso, sicuramente è la metropoli con la scena migliore al momento. Subito dopo per me viene Milano.

Dove vai di notte quando non vuoi vedere nessuno?
Solitamente vado in studio e sperimento robe assurde che l’80% delle volte cestino il giorno dopo.