Tue 22.09 2020 – Sun 25.10 2020

Ragnar Kjartansson - The Sky in a Room

Where

Chiesa di San Carlo al Lazzaretto
Largo Bellintani 1, Milano

When

Tuesday 22 September 2020 – Sunday 25 October 2020

How much

free

Ragnar Kjartansson, The Sky in a Room, 2018 / Performer, organ and the song Il Cielo in una Stanza by Gino Paoli (1960) / Commissioned by Artes Mundi and Amgueddfa Cymru – National Museum Wales and acquired with the support of the Derek Williams Trust and Art Fund / Courtesy of the artist, Luhring Augustine, New York and i8 Gallery, Reykjavik / Ph: Hugo Glendinning

La Fondazione Trussardi è sempre sul pezzo: il COVID blocca il mondo intero, e Beatrice Trussardi con Massimiliano Gioni decide di intervenire al Lazzaretto, simbolo potente se mai ce ne sono dell’epidemia di peste a Milano. L’artista chiamato per l’occasione è Ragnar Kjartansson, malinconico islandese amante della ripetizione estrema.
Dal 22 settembre al 25 ottobre 2020, ogni giorno, cantanti professionisti si alterneranno, uno alla volta, all’organo della Chiesa di San Carlo al Lazzaretto – detta anche San Carlino – per eseguire un etereo arrangiamento della celebre canzone di Gino Paoli, Il cielo in una stanza, che si ripeterà ininterrottamente per sei ore al giorno, come una ninna nanna infinita.
“In un certo senso – dice Kjartiansson – la canzone è un’opera concettuale. Ma è anche una celebrazione del potere dell’immaginazione – infiammata dall’amore – di trasformare il mondo attorno a noi”.
Lungi però dall’incoraggiare a trarre facili conclusioni dalla sua opera, Kjartansson mette tutti in guardia sulla natura dell’arte. Per essere arte, bisogna che sia rigorosamente inutile. Se diventa propaganda, cessa di essere arte.

Written by Lucia Tozzi