TOM.

ZERO here: Beve, mangia, balla e se è fortunato limona pure

Contacts

TOM. Via Molino delle Armi, 25
Milano

Time

  • lunedi 12–01
  • martedi 12–03
  • mercoledi 12–03
  • giovedi 12–03
  • venerdi 12–03
  • sabato 18–03

Please always check the reliability of the information provided.

Prices

Written by Arrigo Razzini il 27 May 2015
Aggiornato il 2 July 2015

Aperto a settembre 2014, TOM. (The Ordinary Market) è un progetto molto ambizioso: un locale che sappia coniugare con successo cocktail bar, cucina e persino un club è una cosa che raramente si è vista a Milano, e che mai ha funzionato. Ci provano un gruppo di ragazzi che vengono da esperienze significative nel mondo dei locali: Marco Sala (party Gloss e Contact), Davide Zerbi (Divina), David Beltran (Mammy Coffeeburgers) e Marco Mottolese (esperto di ristorazione e catering). Le premesse sono molto buone, a cominciare dal bar-ristorante che punta tutto sulla qualità sia per quanto riguarda cocktail, vini e birre artigianali che per la cucina, affidata ad Alessandro Cresta, già sous-chef di Sergi Arola (2 stelle Michelin) a Madrid. Il menu vanta tapas e piatti di cucina internazionale con focus sui prodotti del territorio e biologici. Al bancone Cristiano ci ha preparato drink buoni come il “Central America’s Togue” (mezcal, Cointreau, lime, zucchero, ananas, Porto in sospensione) e l'”Ordinary and fresco” (sedano pestato, vermut bianco, gin, lime, lemon), accompagnati da patatas bravas, tartare di manzo con uovo crudo, spiedini di gamberi fritti, ceviche, cappuccino di baccalà.
E poi c’è il club, chiamato The Stock: un luogo dove finalmente si può ballare musica elettronica di qualità senza dover cambiar locale nel corso della serata e soprattutto senza dover bere le classiche schifezze da bar delle discoteche. Non resta che indossare una bella camicia con giacca se siete uomini o un bell’abito nero se siete donzelle e godervi una serata con l’amico TOM.