Al via il Bologna Sonic Park con Slipknot, Weezer, Greta Van Fleet, Salmo, Afterhours e tanti altri

Written by Joe Teufel il 24 June 2019

Dopo cinque anni di stop, l’Arena Parco Nord riapre i battenti per una nuova scommessa musicale a cura di Vertigo e Reverse Agency. Non un vero e proprio festival, come quelli che caratterizzavano l’area concerti open air più grande di Bologna, ma una serie di grossi concerti con nomi internazionali e italiani sul modello già rodato dello Stupinigi Sonic Park.
Bologna Sonic Park parte il 27 giugno con un toccasana per i metallari, ovvero la data unica italiana degli Slipknot, gli energumeni dell’Iowa che, dopo anni di deliri, rimangono uno dei migliori collettivi di killer sonori del nostro Pianeta. Per l’occasione il concerto è diventato un raduno dai suoni heavy che, a partire dalle ore 13.30, porta sul palco anche Amon Amarth, Testament, Corrosion of Conformity, Lacuna Coil ed Eluveitie.
Venerdì 28 giugno, dopo una prima tournée sold out nei palazzetti, ritorna a Bologna Salmo. Uno che dal vivo non sceglie mai la via più facile, facendosi accompagnare da grande una band e che è riuscito a costruirsi una credibilità sia per la forza dei testi e delle proprie scelte sonore, sia per la sua trasversalità che non gli ha impedito di collaborare in passato con band hardcore punk e stoner e oggi con Sfera Ebbasta o Coez.
Sabato 29 giugno sarà il turno di J-Ax, che in occasione dei 25 anni di carriera sarà sul palco assieme agli Articolo 31. Celebrano i 25 anni di attività anche gli Skunk Anansie, venerdì 5 luglio, mentre domenica 7 arriva uno dei nostri gruppi preferiti: la mitica band emo rock californiana guidata da Rivers Cuomo, Weezer, che arriva finalmente in Italia per la presentazione di un nuovo album.
Martedì 9 luglio approdano all’Arena Joe Strummer i Subsonica con “8 Tour”, mentre il giorno dopo, mercoledì 10, è il turno della giovane e chiacchieratissima band del Michigan, Greta Van Fleet, ovvero l’hard rock come non se ne sentiva da anni.
Festival nel festival, il 12 e 13 luglio, Indimenticabile raccoglie un bel pezzo di quella scena italiana venuta dal basso e capace di fare numeri considerevoli: Ghemon, Coma Cose, Eugenio in Via di Gioia, Ex Otago, Gazzelle, Gemitaiz, Ketama 126 e altri. Qui vi regaliamo due abbonamenti, se vi interessa.
Infine, giovedì 18 luglio l’unico concerto del 2019 per gli Afterhours di Manuel Agnelli e, venerdì 19, i Bring Me The Horizon che presentano in data unica italiana l’ultimo “Amo”, lontano dal metal-core e più vicino a sonorità elettroniche.