Nuovo DPCM: dietrofront sulle discoteche, apertura rimandata al 14 luglio

Written by La Redazione il 11 June 2020
Aggiornato il 15 June 2020

Dai due metri in pista e riapertura il 15 giugno al dietrofront con un’ulteriore sospesione fino al 14 luglio. Per le discoteche non c’è tregua. Non sono bastate, infatti, le linee guida emanate dalla Conferenza delle Regioni per convincere il Governo a riaprire. Nel nuovo DPCM firmato ieri sera si legge: “Restano comunque sospese le attività che abbiano luogo in sale da ballo e discoteche e locali assimilati, all’aperto o al chiuso, e, sino al 14 luglio 2020, le fiere e i congressi”.

La palla ora passa agli enti locali: “Le regioni e le province autonome, in relazione all’andamento della situazione epidemiologica nei propri territori, possono stabilire una diversa data di ripresa delle attività, nonchè un diverso numero massimo di spettatori in considerazione delle dimensioni e delle caratteristiche dei luoghi”.