Il futuro è un posto ricco di dettagli, di svolte e direzioni che in qualche modo bisogna intuire, percepire restando vigili rispetto a quello che è il presente. Non è facile, soprattutto in momenti come quello che stiamo vivendo, dove i cambiamenti e le transizioni sono all’ordine del giorno. Per questo si sente il bisogno di prese di posizione, di progetti e idee che possano supportare, far riflettere, godere e divertire. Con questo spirito Dr. Martens lancia Reimagined: Arts & Shapes, una riflessione che parte proprio dall’anima dei due nuovi modelli AW21 di Dr. MartensTarik e Audrick: due boots solidi, con un’identità decisa ma anche la capacità di essere accoglienti e attenti ai bisogni di chi li sceglie. Che racchiudono, come sempre, la fedeltà del brand alla sua storia.

Da una parte lo stivale Audrick immediatamente riconoscibile grazie ai marchi di fabbrica che rimangono fedeli nel tempo ma allo stesso tempo capace di contraddistinguersi per una suola dal profilo marcato e una propensione verso un utilizzo quotidiano, dall’altra il modello Tarik che poggia le basi su sei decenni di storia Dr. Martens e lo rielabora per gli indossatori contemporanei.

Per annunciare l’arrivo della nuova collezione l’iconico brand di boots lancia quindi un grande progetto diffuso per la città di Milano, in cui mette in dialogo i modelli Tarik e Audrick con sei artisti, che ispirandosi al concept dei boots hanno dato forma alle loro visioni per proiettarsi, proiettarci, nel futuro. Giovani talenti legati all’underground e al digitale che raccontano con le loro opere scenari urbani capaci di accogliere i grandi cambiamenti che stiamo vivendo. Arrivano da panorami e percorsi diversi, ma hanno fatto del segno grafico e delle immagini i loro cavalli di battaglia e il loro lavoro: Omen, Weel Lee, Shutup Claudia, Pezzo di Studio, NEWFORMAT e Hardmetacore.

La volontà del progetto Reimagined: Arts & Shapes è quello di tenere vivo e vicino il dialogo sul futuro, soprattutto per una generazione che si sta trovando ad affrontare grandi cambiamenti e, quindi, grandi possibilità di scelta. E per farlo Dr. Martens lascia la parola agli artisti, con la loro capacità di tradurre e raccontare prospettive di inclusione e di libertà di pensiero. Da sempre infatti il brand è stato un appoggio per i lembi della cultura più ruggente e sovversiva, per coloro che affondano le unghie e i denti nella vita, per far sentire la loro voce. Dalla scena musicale più alternativa, ai film e le storie più avventurose, creepy e dirty, dove chi indossa gli stivali sta prendendo una posizione non estetica o pratica, ma di valori. E tutto questo lo troviamo ancora oggi, lo percepisce chi sceglie di voler lottare per avvicinarsi a un futuro che sappia rispondere ai nuovi bisogni che sono nati.
Il progetto Reimagined: Arts & Shapes verrà presentato il 1 ottobre presso la sede dell’Hub creativo GOLAB a Milano e, in questa occasione, gli artisti coinvolti potranno raccontare il loro lavoro e le visioni che racchiude, accompagnati dalla playlist che i Funclab hanno realizzato, affiancando le riflessioni che il progetto innesca e rendendo ancora più versatile la capacità di dialogare.

La mostra Reimagined: Arts & Shapes si espande su una Milano a cielo aperto, per incontrare tutti coloro che la città la vivono ogni giorno e che la mantengono viva spostandosi da un luogo all’altro. Delineando il loro futuro insieme agli iconici boots firmati Dr. Martens.