Ci vediamo sottopalco: i concerti di settembre

Gli appuntamenti a Milano (e non solo) da segnare in agenda, tra spazi underground, gite fuoriporta e musica contemporanea

Written by Chiara Colli il 16 September 2021
Aggiornato il 23 September 2021

Non solo spleen da rientro o comunque da fine estate. Sul fronte della “cultura in presenza” e della musica live, questo settembre arriva con un carico di speranze, ma pure incertezze e aspettative, che prima o poi doveva concretizzarsi dopo un anno così nebuloso e tendenzialmente statico. Un mese ibrido in cui al “solito” (se possiamo ancora usare questo termine) la stagione outdoor si mescola a quella indoor, in cui c’è tanta voglia di ripresa ma ci sono anche una serie di interrogativi sui mesi a venire per gli eventi live e l’oggettiva difficoltà di prevedere se la stagione più fredda sarà un po’ meno austera della passata per la musica dal vivo. Per i concerti a Milano il piatto non è ricchissimo come ai tempi pre-Covid, ma prestando un po’ di attenzione in maniera trasversale tra generi musicali, appuntamenti cittadini e fuoriporta e venue più e meno underground, è possibile ricominciare ad allenare le orecchie dopo un agosto piuttosto pigro e silenzioso.

Oltre all’ultima parte degli appuntamenti della stagione estiva del Magnolia (con Venerus, Ghemon, Generic Animal, Colombre e la resistenza di MI AMI con Mi Manchi, Ancora) e dell’Estate Sforzesca con il gran concerto tra elettronica e classica di Dj Ralf, da segnalare sicuramente è l’assai gradito ritorno di una delle nostre rassegne del cuore come Inner_Spaces e gli appuntamenti durante l’art week, con le performance tra musica, arte e ricerca di C2C Milano e Video Sound Art. Ma abbiamo provato anche a fare incetta di concerti fuori Milano, curiosando nel sottosuolo quanto nella classica e contemporanea. Impossibile non partire dalla seconda edizione di RUMUR, stavolta ospitata nell’ex centrale idroelettrica di Isola (Brescia), passando per la ripresa delle attività dell’associazione Spettro (sempre a Brescia) fino ai concerti ospitati a Novara da NU (Ninos du Brasil e Julian Sartorius su tutti). Nel mezzo i più o meno piccoli spazi underground cittadini che tornano a darsi da fare, con la ripresa delle attività al Circolo IAM (che ospiterà anche la presentazione di “The Lost Record” di Ian Svenonius, non un concerto ma un appuntamento sicuramente ghiotto per gli appassionati di musica), il compleanno di Volume (con un appuntamento al Circolo IAM e uno in negozio), La Scighera con la psichedelia dei Širom, Torchiera con gli indomiti Uochi Toki e Arci Bellezza con EDDA. Settembre è anche il mese della ripresa della seconda parte del Festival di Milano Musica, del recupero del Concerto per Milano in piazza Duomo (solitamente a giugno) e un terreno a quanto pare fertile anche per la nascita di una nuova rassegna, Autunno Boreale, dedicata agli artisti nordeuropei e che parte con l’ex Mùm Ólöf Arnalds. Di seguito la lista dei concerti di settembre da segnare in agenda, per non farsi trovare fuori allenamento da una stagione indoor che speriamo essere decisamente migliore di quella passata.