OGR SoundSystem 2020

Riprende la rassegna pensata da Club To Club per trasformare la Sala Fucine in una piattaforma per sperimentazioni audiovisive

Written by Lorenzo Giannetti il 13 February 2020

Alla fine dell’800 nella Sala Fucine delle Officine Grandi Riparazioni di Torino si svolgeva la manutenzione ferroviaria. All’alba del 2020 l’immenso vagone di cemento della struttura originale – dismesso e ora riqualificato – è una fucina di sperimentazione nel campo delle arti visive e della musica dal vivo. Di questo percorso artistico – non privo di difficoltà se consideriamo la grandezza sconfinata della location e la zona un po’ fuori dai radar – fa (una grossa) parte anche il progetto OGR Soundsystem targato Club To Club Festival.

Le serate orchestrate tra le colonne delle ex officine provano a veicolare un’idea di clubbing “ibrida”, tra il laboratorio elettronico e la performance artistica. Una sorta di sinfonia contemporanea che fino a ora ha già coinvolto musicisti come Apparat, Theo Parrish e John Talabot. Speriamo che in un futuro prossimo aumenti l’interazione con l’adiacente comparto mostre, magari attraverso sonorizzazioni e installazioni studiate in tandem tra i soggettivi coinvolti. Ma intanto scaldiamo i motori per il prossimo appuntamento – il primo dell’anno – insieme a Actress, Andy Stott e i 72-Hours Post Fight.