Riapre il cinquecentesco Giardino di Santa Marta. Fu occupato da Bartleby nel 2013.

La festa di inaugurazione domenica 10 aprile alle h 18

Written by La Redazione il 8 April 2016
Aggiornato il 25 May 2016

Era il 2013 e a seguito delle manifestazioni di protesta contro lo sgombero di Bartleby dagli spazi di via San Petronio Vecchio il collettivo occupò un bellissimo giardino del 1500 in via Torleone 4/1, ex casa per anziani abbandonata al degrado da circa un decennio. Occupazione a cui seguì un nuovo sgombero dopo pochi giorni.
Quattro piani, un ampio cortile interno e decine di stanze, prospicenti l’ex convento di Santa Marta, dell’estensione di 1.500 mq. Domenica 10 aprile alle h 18 il Giardino di Santa Marta riapre come “giardino di vicinato“.

Il recupero è frutto di un patto di collaborazione tra Comune di Bologna – Quartiere San Vitale, il gruppo informale di cittadini “Torleoneinsieme” e ASP (Azienda pubblica di servizi alla persona), quest’ultima proprietaria dell’immobile. Saranno presenti il Sindaco di Bologna, Virginio Merola, il Presidente del Quartiere San Vitale, Milena Naldi, l’Amministratore unico di ASP Città di Bologna, Gianluca Borghi, e Barbara Floris, referente del gruppo “Torleoneinsieme”.

A seguire la selezione musicale di Flavio Deff & BRTZK (Electronic Waves). Sarà forse anche uno spazio per eventi?

L'occupazione di Bartleby nel 2013
L’occupazione di Bartleby nel 2013

 

giardino santa marta bologna
Panoramica del giardino

 

santa marta bologna

Ad could not be loaded.

Leggi anche

Ad could not be loaded.