Dove

Turi (Provincia di Bari) • Puglia

When

Friday 07 June 2019 – Sunday 09 June 2019

Questa è l’occasione nella quale le strade di Turi si tingono di rosso. Il rosso brillante delle sue ciliegie, prodotto rinomato in tutto il territorio e punta di diamante della sua agricoltura. Si chiama Ciliegia Ferrovia, ed è una delle più buone d’Italia, celebrata di anno in anno in questo paesino. Il nome – piccola curiosità – si ispira a una leggenda secondo la quale il primo albero nacque da un nocciolo di ciliegie vicino a un casello ferroviario delle Ferrovie Sud-Est. Qui viene chiamata oro rosso, a indicare l’importanza che riveste per l’economia locale e per indicarne la particolare qualità. A forma di cuore, dal sapore dolce, la ciliegia di Turi vi farà esclamare “Bella la vita” ad ogni morso. Anzi, difficile fermarsi una volta che se ne assaggia una. Disseminata per tutte le vie del paese, questa festa porta buonumore e calore tipico del sud a tutti coloro che vi partecipano. Tra canti popolari, folklore e antichi balli a Turi è Bella la vita!

Amaro Ramazzotti ti invita a scoprire gli ITINERARI DEL GUSTO

COSA VEDERE A TURI

Vivere Turi vuol dire anche immergersi nel territorio circostante. Il meraviglioso territorio dell’Alta Murgia, in Puglia, dove il sole risplende tutto l’anno e la natura regala prodotti enogastronomici d’eccellenza. Attraversare le sue campagne offre una buona misura di quanto appena detto. I percorsi in bici sono numerosi e vi permettono di passare attraverso campi di grano, ciliegi, uliveti secolari e vigneti.

ITINERARI A PIEDI/BIKE
Sicuramente il caratteristico borgo antico che conserva l’aspetto tipico dei piccoli centri mediterranei con le sue piccole case imbiancate con la calce, le viuzze strette e lastricate e le edicole votive. Essendo ricca di storia fin dai tempi dei romani, a Turi c’è l’imbarazzo della scelta. Tra gli edifici religiosi più interessanti sicuramente c’è la Chiesa Santa Maria Assunta, la chiesa madre del paese. Meritano una visita anche la Chiesa di Santa Chiara, il Convento di San Giovanni Battista e la Chiesa della Madonna delle Grazie. Per chi desidera spostarsi, poco distanti sorgono anche i centri di Castellana Grotte, Alberobello e Locorotondo.

Written by Martina Di Iorio