sab 01.12 2018 – dom 16.12 2018

Crossing Doors

Dove

Teatro della Limonaia (Sesto Fiorentino)
Via Gramsci 426, 50019 Sesto Fiorentino

Quando

sabato 01 dicembre 2018 – domenica 16 dicembre 2018

Quanto

€ 13/10

Di seguito il programma completo di dicembre della rassegna teatrale “Crossing Roads”.

SABATO 1 DICEMBRE ore 21.00
I GIARDINI DI KENSIGTON
residenza artistica
uno spettacolo di e con Elisa Pol e Valerio Sirna
elaborazione del suono Flavio Innocenti e Valerio Sirna
Residenza artistica nell'ambito del progetto “ARTISTI NEI TERRITORI • Art.43 D.M. Luglio 2014 con il sostegno di
MiBAC, Regione Toscana
L'opera trae le sue origini da una sorta di fenomenologia della casa, dei luoghi in cui si crea presenza e che
possono essere abitati da una coppia, i luoghi della relazione e della coabitazione. Cosa vuol dire essere
intimi ed essere accanto? Cosa significa vivere insieme? Come sono le nostre case e come ci viviamo?
Progetto finalista premio Scenario 2017

DOMENICA 2 DICEMBRE ore 17.00
Capotrave / Kilowatt – Infinito
LA LOTTA AL TERRORE
ideazione e drammaturgia Lucia Franchi e Luca Ricci
con Simone Faloppa, Gabriele Paolocà, Gioia Salvatori
regia Luca Ricci
produzione Capotrave|Kilowatt – Infinito
La lotta al terrore è la storia drammatica e al contempo comica di un attacco terroristico a un
supermercato visto dall’esterno, dalla prospettiva di una sala riunioni comunale, dove
all’improvviso giunge la terribile notizia. Un’ora concitata, una totale unità di tempo e spazio, in
cui un impiegato, il segretario comunale e il vicesindaco elaborano numerose e a tratti improbabili
strategie per rendersi utili.

GIOVEDI’ 6 e VENERDI’ 7 DICEMBRE 2018 ore 21.00
Company Blu
SEA RANT  Declamare il mare (primo studio) attraversamento, relazione, piacere
ideazione, testualità e coreografie Charlotte Zerbey – in collaborazione con Alessandro Certini
interpreti Giulia Gilera, Isabella Giustina, Pietro Pireddu, Arabella Scalisi
sound design Spartaco Cortesi — luci Vincenzo Alterini – organizzazione Matteo SIracusano
testo rant, voce Charlotte Zerbey, Alessandro Certini
Alla base del progetto coreografico è il valore della ribellione, capace di unire gli animi (e i corpi)
ed accompagnarli attraverso lo spazio del rischio della bellezza e dell’immaginazione. Ispirato alla
poesia Rant e alla Beat generation, il lavoro immagina collettivamente una indispensabile
rivoluzione del sé.

SABATO 15 ore 21.00 e DOMENICA 16 DICEMBRE ore 17.00
Attodue / Compagnie La Rumeur
UN FIGLIO DEL NOSTRO TEMPO
Liberamente tratto dall’omonimo romanzo di Odon von Horvarth
Regia Patrice Bigel
Con: Filippo Baglioni, Gabriele Bonafoni, Giacomo Lorenzoni, Niccolò Pacini, Isabella Quaia
produzione: Attodue\Compagnie La Rumeur
Un figlio del nostro tempo, scritto dall’autore in prima persona, racconta il percorso iniziatico di
un giovane disoccupato che, vivendo in difficili condizioni in un paese in piena crisi economica
dove non intravede alcuna prospettiva, spera di trovare una vita migliore arruolandosi
nell’esercito.

Scritto da Alberto Asquini

Ad could not be loaded.
Ad could not be loaded.