mer 18.09 2019 – dom 10.11 2019

Tutto confluisce mentre tutto si disgrega

Dove

S.a.L.E. Docks
Magazzini del Sale (Dorsoduro) 265, 30123 Venezia

Quando

mercoledì 18 settembre 2019 – domenica 10 novembre 2019
H 19:00

Quanto

free

Contatti

Sito web

Organizzatore

Sale Docks

Solo poche settimane fa, Venezia, più precisamente il Lido, ospitava le esperienze degli attivisti da tutto il mondo con il Venice Climate Camp. Dopo questo “raduno” di associazioni, comitati, liberi pensatori coalizzati per la lotta contro i cambiamenti climatici, la video installazione di Oliver Ressler all’interno di S.a.L.E Docks ne prende idealmente il testimone continuando a tenere accesi i riflettori (o in questo caso i proiettori) su questi argomenti.
Presentata per la prima volta come video installazione a due canali nell’ambito di “Property is Theft” (2016), mostra personale di Oliver Ressler al MNAC – Museo Nazionale di Arte Contemporanea di Bucarest, l’opera si è successivamente espansa fino a prendere la forma di una installazione a cinque canali, con nuovi episodi che si aggiungeranno nel tempo, seguendo la lotta dei movimenti climatici contro l’attuale sistema economico pesantemente dipendente da combustibili fossili.

«Il titolo» ci spiegano gli organizzatori «è un chiaro riferimento all’attuale stato delle cose. Nonostante esista infatti una tecnologia utile a superare l’età del fossile, considerato responsabile del riscaldamento globale, i governi e le multinazionali ancora esitano ad assumersi responsabilità e a prendere provvedimenti necessari a salvaguardare il pianeta, arrestare la crescente crisi ecologica, sociale ed economica e garantire una giustizia climatica».

L’installazione inaugurerà il 18 settembre alle ore 19 nella sede di S.a.L.E Docks, ai Magazzini del Sale di Venezia. Gli spettatori potranno assistere, nel primo film (17 min., 2016), alle contestazioni durante la Conferenza ONU sul Cambiamento Climatico a Parigi; il secondo filmato documenta l’azione Ende Gelände (12 min., 2016) nelle cave di carbone di Lusatia (vicino a Berlino); segue il film sulla ZAD (36 min., 2017) uno dei più grandi territori autonomi d’Europa, situato vicino a Nantes, in Francia, nato dalla lotta contro la costruzione del locale aeroporto. Il film “Tutto confluisce mentre tutto si disgrega: Code Rood” (14 min., 2018) si concentra su un’azione di disobbedienza civile nel porto di Amsterdam, nel giugno del 2017.  “Tutto confluisce mentre tutto si disgrega: Limity jsme my” (10 minuti, 2019) racconta del blocco della miniera di carbone di Bìlina, in Boemia del Nord, Repubblica Ceca.

La mostra sarà visitabile a partire da mercoledì 18 settembre fino a venerdì 18 ottobre, dal giovedì alla domenica dalle ore 12 alle 18, oppure su prenotazione scrivendo alla mail: saledocks@gmail.com.

 

Scritto da Naadir Sanudo