ven 18.10 2019 – lun 21.10 2019

CinemAfrica 2019

Dove

Cinema Lumière - Cineteca di Bologna
Via Azzo Gardino 65, 40122 Bologna

Quando

venerdì 18 ottobre 2019 – lunedì 21 ottobre 2019

Quanto

ing. vari (gratis studenti unibo)

Contatti

Sito web

In un periodo in cui il Mar Mediterraneo sembra allargarsi ogni giorno di più, e i popoli dall’altra parte ci paiono sempre più alieni, Cinemafrica, dal 18 al 21 ottobre presso la Cineteca di Bologna, ci dà la possibilità di accorciare queste distanze. Giunto alla quattordicesima edizione, il festival quest’anno sceglie di raccontare le storie di un continente, attraverso gli occhi di gente comune.

Inaugura Another Day of Life, film d’animazione che ci parla dell’esperienza di Ryszard Kapuscinski in Angola come corrispondente di guerra (piccola chicca: la colonna sonora italiana è firmata Willie Peyote).
Tra sabato e domenica storie diverse in Afriche diverse: non solo un continente di conflitti armati (The Mercy of the Jungle, Fig Tree) o sociali (Razzia, Lost Warrior), ma anche un continente dove ricercare sé stessi, capirsi (The Wedding Ring, Il Viaggio di Yao con Omar Sy). In mezzo spazio anche a due documentari (Cinema Dadaab e Lyana fatto per metà in animazione grafica) e ad un corto italiano: Il Mondiale in Piazza, che trova con ironia una soluzione alla mancata partecipazione ai mondiali.
A concludere, due pellicole che hanno fatto la storia del cinema africano anni ‘70, restaurate dalla Cineteca di Bologna, Muna Moto e La Femme au couteau.

Ogni film sarà introdotto da un ospite che rimarrà in sala per un breve dibattito al termine della proiezione. Gli ospiti di quest’anno sono:
• Pietro Veronese, giornalista, inviato speciale per La Repubblica
• Luca Jourdan, docente di Antropologia Sociale e Antropologia Politica dell’Università di Bologna
• Filippo Ivardi, missionario comboniano, giornalista, direttore mensile Nigrizia
• Younes El Bouzari, attore, compagnia Cantieri Meticci di Bologna
• Mark Leirer, infermiere, cooperante per Medici Senza Frontiere.

L’ingresso per gli studenti dell’Università di Bologna è gratuito.

Scritto da Gianmaria Concetti