gio 17.09 2020 – dom 20.09 2020

34° Festival Mix Milano

Dove

Piccolo Teatro Strehler
Largo Greppi 1, Milano

Quando

giovedì 17 settembre 2020 – domenica 20 settembre 2020

Quanto

Ingressi vari

Contatti

Sito web

In questi tempi incerti e “sospesi” dove il concetto di viralità ha purtroppo assunto un significato letterale, possiamo per fortuna inserire nella rubrica “buone notizie” la 34^ edizione del Festival Mix Milano che, pur declinato in versione “ibrida”, ha luogo anche quest’anno dal 17 al 20 settembre al Piccolo Teatro Strehler e online streaming su Mymovies.

Alla direzione del Mix ritroviamo Andrea Ferrari e Debora Guma, che salutiamo affettuosamente e la new entry di Paolo Armelli, che segue da quest’anno la comunicazione, subentrando al mitico Rafael Maniglia, che ringraziamo amichevolmente per tutti gli anni da vero pasionario che ha dedicato al Mix fino ad oggi senza contare quelli a venire visto che per sua scelta resta nella compagine del Festival pur se non alla direzione.

Sembra una frase fatta ma il programma è davvero fitto di titoli che dimostrano l’ottimo lavoro fatto anche quest’anno. Potete trovare tutte le informazioni su Festival Mix Milano, su Facebook e Instagram. Solo per avere un’idea ci saranno 15 lungometraggi di cui 6 in anteprima, 6 documentari e 27 cortometraggi di cui 8 in anteprima, senza contare il Mix Off di cui parliamo fra poco.

Qualche titolo dei lungometraggi: And Then We Danced di Levan Akin, applauditissimo alla Quinzaine di Cannes e candidato dalla Svezia agli Oscar 2020, che racconta un percorso di formazione, di accettazione e consapevolezza, sullo sfondo di una società conservatrice e patriarcale come quella georgiana; Welcome to Chechnya, l’atteso documentario di David France sulla persecuzione delle persone LGBTQ+ in Cecenia, preceduto da un dibattito con Yuri Guaiana, presidente dell’associazione radicale; Si c’était de l’amour (If It Were Love) di Patrick Chiha, documentario vincitore del Teddy Award del 70° festival di Berlino, La Leyenda Negra, opera prima di Patricia Vidal Delgado, molto apprezzata al Sundance 2020; Saint-Narcisse, l’ultima fatica di Bruce LaBruce, definito “una fiaba pansessuale degli anni Settanta” che racconta di Dominic, un 22enne perdutamente innamorato della sua immagine, interpretato dall’astro nascente Félix-Antoine Duval.

Tra le anteprime italiane: Kokon, opera seconda della tedesca di Leonie Krippendorff che sarà introdotta da Vladimir Luxuria; Margen de Error della cineasta argentina Liliana Paolinelli; Vento Seco (Dry Wind), primo lungometraggio fiction del brasiliano Daniel Nolasco; The Twentieth Century di Matthew Rankin, premiato con tre Canadian Screen Awards; Ellie & Abbie (& Ellie’s Dead Aunt) di Monica Zanetti.

Una bella novità assoluta: la sezione speciale, fuori concorso, I talenti delle donne, dedicata all’universo femminile, in streaming per 72 ore dalle ore 14.00 del 18 settembre dove troverete per esempio Code Academy, cortometraggio fantascientifico della regista indiana Nisha Ganatra; Presenting Joani: The queen of the paradiddle, il documentario di Tina Gordon sulla prima batterista jazz donna negli anni ’50; Chavela di Catherine Gund e Daresha Kyi, un appassionato omaggio a Chavela Vargas, la cantante che fece innamorare prima Frida Kahlo e poi Ava Garder e che tenne il suo ultimo concerto organizzato da Pedro Almodòvar, a Madrid, in onore del poeta Federico Garcia Lorca. Dal vivo potrete vedere due Queen molto amate, Paola Cortellesi (Queen of Comedy) e M¥SS KETA (Queen of Music), poi ancora Paolo Camilli, Bhava Dance Project, Michela Giraud e Gino Strada.

Per il MIX Off è confermato il Mix Book Klub, inconsueto appuntamento con le presentazioni dei libri LGBTQ+ che quest’anno ospita Jonathan Bazzi; Chiara Sfregola e Stefano Paolo Giussani. Poi Green Together evento dedicato alla lotta ambientalista. Un’altra anteprima con Gentleman Jack, con un estratto dell’omonima miniserie HBO con Marina Pierri ed Elena Rossi. Spazio anche all’arte del fumetto con Queer Is The Nerd. Per la musica il nostro amatissimo e bravissimo Protopapa, David Blank e la sua voce calda, infine Simone Black Candy e Elle Vegas Dj che, in collaborazione con House of NoLo, avranno l’onore di precedere la cerimonia di chiusura e premiazione con la partecipazione di Alberto Milazzo e un live dei Booda.

Altri bei nomi anche nelle tre giurie, Emanuela Martini, Paola Jacobbi, Wieland Speck, Cristian Ceresoli. Laura Zagordi, Stefania Casini, Jannik Splidsboel, Ilaria De Pascalis, Stefano Paolo Giussani e giovan* rappresentant* il variegato spettro della comunità LGBTQ+ di Milano insieme allo stesso pubblico che potrà esprimere la propria preferenza eleggendo il Miglior Lungometraggio 2020 attraverso “Festival Mix Milano”, l’APP ufficiale del Festival disponibile per smartphone e tablet.

Come per le ultime edizioni, tutte le proiezioni saranno ad ingresso gratuito per le amiche e gli amici del MIX che effettueranno il tesseramento all’associazione MIX Milano APS a soli 15 euro tramite il sito. Per garantire la massima sicurezza di pubblico e operatori, i biglietti per tutte le proiezioni e per la partecipazione agli eventi collaterali, sia in streaming che in presenza, saranno prenotabili solo dal sito del festival, attraverso un’apposita piattaforma. Quest’anno, in linea con il claim Love Together e con la volontà di contribuire alla ripresa culturale ed economica delle persone colpite dal Co-Vid19, per ogni tessera acquistata, verrà devoluto un euro a OutRight Action International, l’associazione che sostiene le comunità LGBTQ+ nei paesi in via di sviluppo e che al momento si sta occupando anche delle situazioni di emergenza dovute al Coronavirus. Inoltre, per la prima volta fa il suo debutto al festival la Tessera Sospesa, una pratica solidale che alla stessa maniera del caffè sospeso, permette di acquistare una tessera e di lasciarla a chi è in difficolta.

Quindi come ogni anno da sempre: ci vediamo li!

Scritto da Fabrizio Fedeli