ven 16.10 2020

CALCI: Comunità Resilienti

Dove

Fabbrica del Vapore
Via G.C. Procaccini 4, 20154 Milano

Quando

venerdì 16 ottobre 2020
H 18:30

Quanto

free

Che cosa hanno in comune le nazionali di calcio delle Isole Falklands, Chagos, Principato di Seborga, Sud Tirol, Timor Leste, Cornovaglia, Sahara Occidentale, West Papua, Tibet, Sardegna, Montserrat, Macao e tante altre? Esiste un calcio che va oltre il mainstream e i canali ufficiali della FIFA: è il calcio delle comunità resilienti, delle rappresentative legate all’identità e al territorio. Il calcio è tra i giochi praticati più amati dalla gente di ogni età, abilità, genere, orientamento ed estrazione sociale. Sport che colma le fratture e costruisce i ponti anche dove sembra che non possano esserci. La sua popolarità su scala planetaria ne fa un fenomeno sociale che tende ad andare l’ambito sportivo, creando un vero e proprio sistema culturale condiviso. Il progetto CALCI: Comunità Resilienti rappresenta le maglie ufficiali e le storie delle comunità del mondo: stati, gruppi e minoranze etniche e linguistiche, aree d’identità geografica e storica, città, quartieri e altri luoghi di memoria e appartenenza collettiva. Storie capaci di offrire una sincera fotografia delle risposte comunitarie alle avversità e alle crisi (naturali, ambientali, sociali, economiche, storiche e politiche), dando spazio, parola e riconoscimento alle persone che le hanno vissute in prima linea, tenendo fuori interpretazioni e connessioni di tipo politico e ideologico. Il progetto è ideato e strutturato da Francesco Zema, esperto in Giustizia Riparativa e Community Work al servizio del non-profit milanese ed estero. Il professionista ha speso dodici anni di lavoro e volontariato al servizio di comunità, giovani a rischio e persone con disabilità all’interno dei contesti vulnerabili e ad alta marginalità sociale in Italia, Messico, America Latina, Asia e Medioriente.

Scritto da La redazione