mar 12.10 2021 – mer 20.10 2021

Quartieri Manifesti

Dove

MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna
Via Don Minzoni 14, 40012 Bologna

Quando

martedì 12 ottobre 2021 – mercoledì 20 ottobre 2021

Quanto

free

Una mostra che rielabora le esperienze di percorsi laboratoriali rivolti ad adolescenti dagli 11 ai 18 anni, realizzati in collaborazione con i Centri Anni Verdi (CAV) Borgo Panigale e Reno e con CSAPSA Due Coop. Onlus Centro Studi Analisi di Psicologia e Sociologia Applicate.

L’iniziativa espositiva, che rappresenta un prezioso punto di congiunzione tra musei e quartieri, un ponte tra la periferia e le istituzioni culturali della città, si inserisce nell’ambito di M.I.A. – Musei Inclusivi e Aperti.

Obiettivo generale del progetto è il contrasto al disagio sociale connesso a condizioni di povertà educativa e lavorativa con interventi innovativi di valorizzazione del patrimonio museale cittadino per stimolare la capacità critica, la creatività e la crescita personale di ogni soggetto coinvolto.

Gli elaborati presentati in mostra documentano, nello specifico, le esperienze laboratoriali realizzate dagli utenti adolescenti dei Centri Anni Verdi Borgo Panigale e Reno. A partire da alcune parole-chiave suggerite direttamente dai musei – come Memoria, Partecipazione, Sperimentazione, Officina, Forme, Itinerario – monumenti, oggetti e luoghi sono divenuti il pretesto per raccontarsi ed esplorare il proprio vissuto, riflettere su come ci si relaziona in una dinamica di gruppo e come si lascia traccia del proprio passaggio all’interno di uno spazio condiviso.

Il contatto con il patrimonio storico-artistico dei musei ha permesso inoltre una connessione con lo spazio urbano attraverso attività di esplorazione del proprio quartiere, di conoscenza del territorio e di relazione con l’altro. L’azione si è concretizzata anche in passeggiate abbinate a laboratori in museo o negli spazi messi a disposizione dai quartieri, per scoprire i luoghi carichi di storia e memoria della città, tracce, a volte nascoste, del passato nel presente di Bologna che stimolano la rilettura dei luoghi in chiave contemporanea.

Nascono così i lavori esposti: una raccolta di tracce e suggestioni impresse in fotografie, frottage di superfici, prelievo di elementi riportati all’interno di un diario di bordo oppure mappe emotive dello spazio condiviso o ancora veri e propri manifesti che lasciano traccia del proprio passaggio sul territorio sotto forma di murales/graffito.

Il CAV Borgo Panigale ha coinvolto i giovani in un progetto di street art in collaborazione con l’artista Burla. In questo contesto il Progetto M.I.A. ha avvicinato i ragazzi alle diverse tecniche e tematiche della street art in uno spazio di progettazione collettiva, una vera e propria officina delle forme, dove l’analisi della calligrafia e della simbologia araldica unite alla forza simbolica del colore trovano corrispondenze nel quotidiano e diventano pretesto per mettere in dialogo reperti antichi ed opere contemporanee.

Scritto da LR