gio 18.08 2016

Giorgio Moroder

Dove

I Giardini di Castel Trauttmansdorff
Via San Valentino 51, Merano

Quando

giovedì 18 agosto 2016
H 21:00

Quanto

€ 56

Chiunque abbia fatto della musica elettronica una ragione di vita sa bene chi sia Moroder. Per me, per noi, figli dell’house, è un Dio, un’entità superiore che dal suo studio dove ha scritto la Storia è tornato sul pianeta Terra grazie alla mediazione dei Daft Punk. Ci volevano i due ragazzi francesi per far scoprire a tutti che il papà della disco-pop-house e di pezzi come I Feel Love, Love To Love You Baby, Take My Breath Away o Toghether in Electric Dreams è italiano. E noi siamo orgogliosi di essere fan anche del Moroder pioniere.

Per ribadire che il signor Moroder Giorgio ma nuota agilmente nel mondo discografico da 40 e passa anni, abbiamo preparato una playlist video per ripercorrere la sua carriera. Dagli esordi, che strizzano l’occhio al pop inglese 60’s, passando per l’apoteosi disco e le colonne sonore dove ha messo la sua firma un po’ ovunque, fino all’ultima parte di carriera fatta di featuring con le pop star sintetiche degli anni Zero.

Yummy Yummy Yummy- That’s Bubble Gum – That’s Giorgio (1969)

Son Of My Father – Son Of My Father (1972)

Marrakech – Giorgio’s Music (1973)

I Wanna Funk With You Tonight – Knights In White Satin (1976)

From Here To Eternity – From Here To Eternity (1977)

Donna Summer – I Feel Love (1977)

It’s Love, Love, Love – Music From “Battlestar Galactica”(1978)

Baby Blue – E=MC² (1979)

Limahl – The NeverEnding Story (1984)

Philip Oakey & Giorgio Moroder – Together in Electric Dreams (1984)

Berlin – Take My Breath Away (1986)

Edoardo Bennato, Gianna Nannini – Un’estate italiana (1990)

Daft Punk – Giorgio By Moroder (2013)

Déjà Vu – Déjà Vu (2015)

Scritto da La Redazione