dom 17.09 2017

Trance Invisibile

Dove

TPO
Via C. Casarini 17/5, 40131 Bologna

Quando

domenica 17 settembre 2017
H 16:00 - 23:00

Quanto

€ 5 (a sostengo Làbas)

Organizzatore

Maple Death Records

Gli eventi targati Maple Death Records sono ormai una certezza. Se poi di domenica ancora meglio. L’etichetta bolognese, Labàs e Tpo uniscono le forze per portare in città il miglior frastuono in circolazione. Dalla pagina Facebook del collettivo leggiamo che Trance Invisibile sarà la serata “pensata a luglio di quest’anno, con cui Làbas intendeva inaugurare la nuova stagione musicale all’ex caserma Masini.” Nonostante l’ormai celebre sgombero dell’otto agosto, l’evento è confermato, anche se si terrà al Tpo. Otto band, tutte di grande livello, sei ore di rock hardcore per palati fini e cuori accesi. Un festival in miniatura che ha tutte le carte in regola per finire tra gli highlights del 2017. La cosa che colpisce immediatamente è che la line up è molto variegata, ce n’è sul serio per tutti i gusti.

Il nome di punta è ovviamente quello dei Bad Breeding, che sono inglesi e vengono da Stevenage. “Divide” è il loro secondo LP ed è uscito quest’anno per La Vida Es Un Mus, eccezionale etichetta londinese che sa bene cosa vuol dire punk nel 2017. Se vi piacciono i suoni estremi ma allo stesso tempo originali e spiazzanti non potete perderveli. Immaginatevi qualcosa come i Crass ancora più incazzati che suonano le cover del Pop Group.

C’è attesa anche per gli Hallelujah! che a Bologna mancano da un po’ di tempo. A luglio sono uscite quattro tracce nuove su uno split insieme agli Inutili e ci prenderanno volentieri a schiaffi con il loro impetuoso noise, punk, chiamatelo come volete.

Da Milano invece i Cerimonia Secreta suoneranno i pezzi del loro “Da Sempre”, uscito quest’estate dal giro tutto meneghino di quei mattacchioni di Occult Punk Gang. Cantano in italiano e il disco spacca.

Due band da Bologna a fare gli onori di casa: gli ormai veterani Kontatto (per gli amanti del D-beat) e i Brutal Birthday, nuovo esperimento del boss di Maple Death Jonathan Clancy, che speriamo entrino in studio al più presto.

Sarà interessante ascoltare i Sect Mark, direttamente dalla capitale, usciti quest’anno con un ottimo demo. Membri di Lexicon Devils e Metro Crowd, suonano un hardcore cupo, viscido e particolarmente feroce.

Completano il cartello i For Food da Ferrara (un LP nel 2014 all’attivo), suoni acidi e ipnotici, e i Dots dal mantovano, che miscelano alla grande garage e basso funk à la Mike Watt nel loro “Hangin on a Black Hole”, uscito in primavera per Depression House.

Scritto da Paolo Santese