ven 24.11 2017

Hardcore Italia Official Showcase Milano Music Week

Dove

Space 25 Toffetti
Via Toffetti 25, Milano

Quando

venerdì 24 novembre 2017
H 22:00 - 05:00

Quanto

€ 20/18/14 + d.p.

Contatti

Sito web

Organizzatore

Sonic Solution Entertainment e Milano Music Week

Oggi si consuma tutto a una velocità impressionate: cibo, moda, musica, amicizie, rapporti di ogni genere. Non facciamo in tempo a seguire un dj o un genere musicale che siamo subito inondati di nomi nuovi o stili musicali provenienti da chissà dove. Contemporaneamente acquistano sempre più valore tutti i processi di storicizzazione o archiviazione che, se fatti con estrema cura e profondità, diventano molto più interessanti della novità dell’ultima ora. Questo è quello che sta succedendo all’hardcore/gabber. Fenomeno musicale, moda ed estetica che nella sua golden age non è stato ben capito ed è stato rilegato ai margini dei media solo per il suo essere molto estremo (musicalmente andiamo dai 160 bpm in su). Credo comunque che ogni nuova cultura giovanile la si capisce sempre dopo.
Oggi grazie al lavoro di archivio di siti come Gabber Eleganza (presente stasera con il suo Hakken Show) o Gabba Tallion e forse al fatto che gli art director di marchi come Dior hanno vissuto questo genere, tanto da fare video promozionali e collezioni di moda ispirate all’estetica gabber, questo fenomeno musicale è diventato hype per lo stile che ha creato. Per tornare a quello che abbiamo detto all’inizio: ce lo stiamo un po’ riconsumando, ma stavolta abbiamo la possibilità di approfondire la sua storia grazie a chi ne ha vissuto il periodo d’oro.
In Italia un pezzo di storia musicale del genere è stato scritto dagli ospiti di stasera gli Stunned Guys e gli Art Of Fighters, gente che anche quando il genere ha vissuto un periodo di crisi non è rimasta ferma. Tant’é che gli AOF stasera presentano uno show che spinge il dj set oltre la dimensione dell’ascolto con una tecnologia ideata direttamente da loro e chiamata MAVI: Modular Audio Video Interface. Modular ovvero composta principalmente da attrezzatura cinematografica che permette di interfacciarsi direttamente all’impianto video del locale, senza l’ausilio di VJ esterni. Audio, il cuore pulsante è la nuova consolle Pioneer DDJ-RZX, esteticamente simile ai famosi CDJ Nexus ma con nuove funzionalità video e non solo. Video, il set up prevede videocamere esterne e la possibilità di agire con effetti in tempo reale. Interface ossia l’utilizzo di comandi e display per editare in maniera facile ed intuitiva ogni aspetto dello show. Quindi va bene ripescare dal passato, ma venite a vedere come il genere ha resistito e come sta riprendendo piede. Hardcore Will Never Die.

Scritto da La Redazione