mer 29.11 2017 – dom 03.12 2017

MASH 2017

Quando

mercoledì 29 novembre 2017 – domenica 03 dicembre 2017

Quanto

ingressi vari

Contatti

Sito web

Organizzatore

Savana

Il problema con MASH è che ogni volta che lo sento nominare penso al film, MASH. Un problema non da poco, perché le due cose non c’entrano nulla. Almeno apparentemente. “Mash” è il termine inglese per dire “poltiglia”, e il festival si propone come una mistura di suoni che si ottiene prendendo linguaggi e creatività di latitudini differenti, schiacciandoli insieme nella stessa bacinella e mescolandoli con quel grande minipimer che è la globalizzazione. Che infatti parla inglese. MASH (il festival) però sta ben distante dal voler forzare questa poltiglia ad approccio globale, ma ne segue il dilagare come un virus esistenziale, smontando con i decibel una muraglia di neo-colonialismo che riconosce l’ibridazione dei suoni solo quando è funzionale a rafforzare il decadente ruolo gerarchico del “primo mondo”. Un approccio dissacrante, eretico, come quello del film di Altman, che dell’esercito coloniale per eccellenza ne fece un teatro comico, dove i fantasmi del Vietnam si agitavano sullo sfondo. Quest’anno MASH fa il record di trasversalità: 5 luoghi diversi, tra spazi ben noti e angoli inediti; oltre 20 artisti da 5 continenti diversi, tra nomi ben noti e incontri inediti. Due notti che più discordanti non potevano esserci: una coi colori dell’Asia, dall’Indonesia (il “metal” degli otto Karinding​ ​Attack​) al Giappone (Keiko​ ​Higuchi​ ​+​ ​Louis​ ​Inage​) passando per il Libano di Rabih​ Beaini, che però ormai gioca in casa; l’altra buttandosi in profondità nel sottosuolo del Cairo, dove una scena elettronica vivace elabora suoni resistenti per sopravvivere a una rivoluzione fallita (con l’all in tutto egiziano di Nur, Kareem​ ​Lotfy​, 1127​, Zuli, JellyZone​, Bosaina e Abdullah Miniawy). E poi la ricerca cinematica degli “Hibridos” di Vincent Moon, il trasognante incontro fra Nicola Ratti e il collettivo Discipula e la performance a/v del producer domenicano Kelman Duran, che ha raccontato la rivoluzione di Haiti in 1804 KIDS, licenziato da Hundebiss ad agosto. A chiudere tutto l’atteso ritorno dello straordinario duo Native Instrument, che spinge la contaminazione molto oltre il genere umano, e due concerti dalla Svezia che riportano Savana in uno spazio “di culto”, il Tempio civico di San Sebastiano: quello site specific di ​Ellen​ ​Arkbro,​ con l’organo ibridato con l’elettronica per amplificarne l’estensione, e la performance vocale di Sofia​ ​Jernberg​. Se non esce una gran mistura da questo, significa che il minipimer non funziona. Il prossimo passo, per evitare di confondermi, sarebbe solo cambiare nome. Se “Poltiglia” è poco ammiccante, si può cambiare lingua ogni anno: nel 2018 “Mezcla”.

Filip J Cauz

PROGRAMMA:

MERCOLEDì 29
MARSÈLL PARADISE MILANO
19:00 – 21:00 – ingresso libero
Rabih Beaini [LB], Lorenzo Mason [IT] and more TBA
Talk: dialogo sul rapporto tra arte visiva e mercato discografico attraverso la serie di artwork originali realizzati per l’etichetta Morphine Records.
Tarawangsawelas [ID] – live performance

MACAO
22:00 – 01:00 – ingresso € 5
Keiko Higuchi [JP] & Louis Inage [JP] – live performance
Karinding Attack [LB] – live performance
Rabih Beaini [LB] – DJ set

GIOVEDì 30
BASE

21:00 – 01:00 – ingresso € 7/5 (ridotto solo in prevendita)
Nicola Ratti [IT] & Discipula [IT] – “Endorsement” a/v live performance
Kelman Duran [DO/US] – a/v live performance

VENERDì 1
MACAO

23:00 – 05:00 – ingresso €5
Nur [EG] – live performance
Kareem Lotfy [EG] – live performance
1127 [EG] b2b ZULI [EG] – DJ set
A7ba-L-Jelly [EG] – DJ set
Bosaina [EG] – live performance
Abdullah Miniawy [EG] – live performance

SABATO 2
BASE

15:00 – 21:00 – ingresso €7/5 (ridotto solo in prevendita)
Hibridos immersive a/v ritual a cura di Vincent Moon [FR]

ASSOCIAZIONE VIAFARINI
20:00 – 23:00 – ingresso libero
Native Instrument [AU/NO] – live performance presented by Euphorbia all’interno del progetto installativo N.I.M.B.Y (Not in My Backyard) in occasione degli eventi Open Studio

DOMENICA 3
TEMPIO CIVICO DI SAN SEBASTIANO

18:30 – 20:00 – ingresso libero (posti limitati)
Ellen Arkbro [SE] – live perfomance
Sofia Jernberg – live performance

Scritto da Chiara Colli