ven 01.12 2017

Dj Stingray 313 + Dr Rubinstein + Baba Stiltz

Dove

Dude Club
Via Carlo Boncompagni 44, 20139 Milano

Quando

venerdì 01 dicembre 2017
H 21:00 - 05:00

Quanto

gratis fino h. 23, fino h. 01 € 10, poi € 15

Stasera il Dude Club ospiterà un threesome (metaforicamente parlando) di artisti che ci riporteranno alle origini della techno con uno sguardo verso il futuro. Lo stesso futuro di cui è sempre stato molto fiducioso quell’omone col passamontagna che è Dj Stingray. Pietra miliare della scena techno detroitiana dei primi anni 90, cresciuto a livello professionale grazie all’esperienza nel record store Buy Rite e al contatto con figure di enorme livello, quali Kenny Dixon a.k.a. Moodyman, il progetto Drexcyia, Carl Craig, Derrick May, per citarne alcuni. Nomi che hanno segnato un’istituzione musicale di cui Stingray condivide lo spirito e l’energia, la stessa che ancora oggi riesce a farci vivere da dietro la consolle attraverso una musica fatta di suoni accattivanti, duri, e veloci. Suoni che provengono da quel vecchio club hardcore, decisamente fuori dall’ordinario di Detroit, chiamato Outcast, dove offriva a un pubblico abituato a rap e r&b pezzi electro e techno influenzati dal beat di Miami e della West Coast, con la capacità di saltare da un disco ad un altro ad una velocità impressionante. Un suono, quello della Detroit di Stingray, che ha sicuramente influenzato la dottoressa Rubinstein che aprirà la main room del Dude. Giovane dj russa che vive a Berlino da qualche anno, arruolata nel tempio della techno, emana un’allegria contagiosa attraverso i suoi set ipnotici dalla techno lineare, morbida, intensa e al contempo drammatica. In Osservatorio, da Stoccolma, a chiudere il threesome, arriva Babà Stiltz: produttore supportato da papà Sven e adottato subito dalla Studio Barnhus di Axel Boman per la sua libertà creativa. Un downbeat eccentrico e versatile, che si spinge fino a una lieve techno contaminata di suoni etnici, per un giovane dall’immensa ambizione e serietà, ma mai troppa…. “Come in amore” – dice Babà – “nel fare musica non bisogna mai pensare troppo, ma lasciare andare la mente”. E il Dude stasera mi sembra il posto ideale.

Scritto da Alice Suppa