Jin Yong

Zero qui: Mangia interiore di maiale fritte

Contatti

Jin Yong Via Paolo Sarpi, 2
Milano

Orari

  • lunedi 12:30–14:30 , 19:30–22:30
  • martedi 12:30–14:30 , 19:30–22:30
  • mercoledi 12:30–14:30 , 19:30–22:30
  • giovedi 12:30–14:30 , 19:30–22:30
  • venerdi 12:30–14:30 , 19:30–22:30
  • sabato 12:30–14:30 , 19:30–22:30
  • domenica 12:30–14:30 , 19:30–22:30

Si prega di verificare sempre
l'attendibilità delle informazioni fornite.

Cucina

Prezzo

Scritto da Simone Muzza il 25 gennaio 2016
Aggiornato il 23 marzo 2016

Nonostante l’inevitabile restyling che l’ha reso più fancy rispetto alla vecchia trattoria un filo modesta alla quale eravamo abituati, Jin Yong (dal nome di uno scrittore cinese a noi sconosciuto) non ha perso la sua caratteristica principale, ovvero quella di essere un ristorante che ti farà sentire a casa se stai cercando una cucina schietta ed economica. Cinesità a palla, insomma. Dall’abbondante ed economico menu vi consiglio melanzane ripiene dei tre tesori, interiore di maiale fritte, spaghetti fatti a mano con salsa d’aglio, cannolicchi scottati con cipollotti, ma negli anni abbiamo provato quasi tutto con ottimi risultati sia di gusto che, ancor più importante, di digestione.