Casa Cicca

Contatti

Casa Cicca Via Ascanio Sforza, 105
Milano

Scritto da La Redazione il 25 marzo 2016

La scorsa domenica 20 marzo ha ri-aperto un luogo piccolino e prezioso di Milano, che Zero già aveva definito “coquette”, perché raccolto, intimo e molto curato. Si tratta di Casacicca, fondato, gestito e coordinato da Traslochi Emotivi che a Milano – e non solo – realizza sempre eventi particolari e un po’ misteriosi. La realtà di Casacicca con i suoi 25 mq ha riaperto i battenti sui Navigli dopo un periodo di ristrutturazione dove tutto è un po’ cambiato, nella forma e negli intenti: è una realtà in bilico tra una casa privata – perché di fatto lo è – e uno scrigno espositivo denso di presenze. Ogni ospite che è stato a Casacicca o che, attraverso diverse tipologie di collaborazione, ha lasciato una traccia di sé: una piccola opera o fotografia; una lettera o cartolina; un oggetto o un souvenir. Di queste tracce è fatta Casacicca: dimora di tante presenze. “Non sono mai sola”, mi spiega Giulia, la padrona di Casacicca, davanti a un tè verde e dei deliziosi biscottini. E in effetti in quello scrigno di ricordi e di progetti già verso il futuro è difficile sentirsi soli, o annoiati. Non basterebbe una settimana per scoprire tutte le minuziose tracce tra il mini salotto/camera da letto, la cucinina, il bagno con i volti fornasettiani sulle piastrelle. E infatti, oltre ai lavori di ristrutturazione all’interno della casa, e un super opening con performance, Giulia ha deciso di aprire le porte a una residenza molto particolare che si sviluppa in tre tipologie diverse: la prima, aperta a tutti, con un costo di 15 euro al giorno e il lascito di un’opera o ricordo ad hoc per far parte della collezione della casa; la seconda con un affitto normale totale di 45 euro al giorno; la terza con una colazione – soli o con amici – per ben 5 euro a testa e il lascito di un’opera o ricordo per la casa. In questo modo personaggi come Lisetta Carmi, John Baldessari, Lawrence Wiener, Yoko Ono, Barnaba Fornasetti, FAM, Rosemarie Trockel, Richard Prince e tanti altri amici o artisti, avranno compagni con cui condividere questo luogo particolare.