Senza Nome

Zero qui: ordina un cocktail con il linguaggio dei segni (Lis).

Contatti

Senza Nome Via Belvedere, 11/B
Bologna

Orari

  • lunedi 10–01:30
  • martedi 10–01:30
  • mercoledi 10–01:30
  • giovedi 10–01:30
  • venerdi 10–03
  • sabato 10–03
  • domenica c–h

Si prega di verificare sempre
l'attendibilità delle informazioni fornite.

Prezzo

Scritto da Arrigo Razzini il 27 maggio 2015
Aggiornato il 10 giugno 2015

È il primo bar in Italia gestito – in parte – da sordomuti e per sordomuti (ma non solo). Alfonso Marrazzo, Sara Longhi e Nunzia Vannuccini hanno piantano il primo fiore nel deserto in quella piazzetta del Mercato delle Erbe che un tempo – ormai – era simbolo del degrado e che oggi, soprattutto grazie al loro impulso, è diventata centro di attrazione serale. Al Senza Nome si può anche imparare la Lingua dei segni (Lis) con il menu appositamente tradotto o esercitandosi davanti a uno specchio chiamato “l’angolo del cocciuto”. E i “cocciuti” ricevono lo sconto alla cassa. In calendario, poi, concerti ed eventi, con un’ovvia attenzione ai linguaggi differenti, soprattutto visivi.