Stefino

Contatti

Stefino Via San Vitale, 37/A
Bologna

Orari

  • lunedi 12–00
  • martedi 12–00
  • mercoledi 12–00
  • giovedi 12–00
  • venerdi 12–00
  • sabato 12–00
  • domenica 12–00

Si prega di verificare sempre
l'attendibilità delle informazioni fornite.

Scritto da Salvatore Papa il 3 luglio 2015
Aggiornato il 18 maggio 2018

Ad essere Stefino ci vuole coraggio, ce n’è sempre voluto. Sin dal 1998, l’anno della sua apertura in via Riva di Reno, quando iniziò a proporre il gelato vegano con latte di riso, idea che all’epoca era davvero considerata una “stranezza”. E fino al 2012, anno in cui si trasferì nella via più lercia di Bologna (via Petroni) grazie a un bando del Comune che gli consentiva di realizzare il suo sogno di una gelateria completamente biologica. L’intento istituzionale era quello di riqualificare la strada, ma il vano tentativo portò all’ordinanza che obbliga ancora oggi i laboratori artigianali (categoria che comprende i “paki”, ma anche le gelaterie) a chiudere alle undici di sera. Stefino impacchettò di nuovo tutto e si trasferì qualche metro più in là, in via San Vitale, proprio per sfuggire al coprifuoco. E, come in un incubo, l’ordinanza è tornata nel giugno 2015 seguita, per fortuna, da una deroga salvifica. Stefano Roccamo – questo il suo vero nome – pur con qualche momento di sconforto, continua a crederci: lo trovi a fare spesa ai mercatini di Campi Aperti o Slow Food, a parlare con contadini e produttori locali, fissato con le materie prime biologiche, di stagione, a km 0 ed equosolidali. Perché così si crea un brand e un gelato che non è il solito gelato, ma un gelato fatto a regola d’arte, un gelato buono. Alcuni fanno fatica a capirlo e/o ne criticano il rapporto quantità-prezzo. Eppure come Stefino non ce n’è.

Ad could not be loaded.

Leggi anche

Ad could not be loaded.