Baia Imperiale

Contatti

Baia Imperiale Via Panoramica,
Gabicce Mare

Scritto da Salvatore Papa il 7 luglio 2015

Nella frastagliata epopea dei locali che hanno fatto la storia del clubbing italiano, la Baia Imperiale merita una menzione speciale. Se una certa cultura del dj ha avuto modo di svilupparsi lo si deve proprio a questo locale – che, prima di essere ridotto a locale commerciale, si chiamava Baia degli Angeli – e a quel magico ascensore in cui i dj suonavano un mix di rock psichedelico, funk, afro e disco. Neanche l’America ha avuto un posto come la Baia degli Angeli: un’ex palestra affacciata sul mare con piscine, terrazze e sale da ballo con tanto consolle in un’ascensore di vetro. Giancarlo Tirotti, l’imprenditore che ha dato vita alla Baia, è stato più visionario di Steve Rubell dello storico Studio 54, che aprirà solo nel 1977. L’enorme villa romana che conosciamo oggi è nata nel 1985, ma ogni terzo sabato di giugno si tiene il Remember Baia degli Angeli con un Baldelli sempre in stato di grazia. E l’angelo riprende a volare e sorridere nella notte.