Scritto da Claudio Gervasoni il 6 settembre 2019

Ogni tribù ha il suo gergo, e quella dei climber non fa differenza. Un “tiro di corda” non significa lanciarla nel vuoto, e l’assicuratore non è l’esperto di polizze. Quindi per non rimanere appeso sul cucuzzolo della montagna senza saper né scendere né salire, è meglio farti una cultura sulle parole del climbing, dalla A alla Z.
A proposito, conosci la differenza tra Appoggi e Appigli? I primi sono dove metti i piedi, i secondi dove ti tieni con le mani. Facile? Nì, perché puoi mettere un piede dove prima avevi una mano, e l’appiglio diventa di colpo un appoggio…

In ogni caso, l’Assicuratore è chiamato anche Freno, ma non ha nulla a che fare con i pedali o le leve sul manubrio: è un dispositivo di sicurezza che serve a controllare lo scorrimento della corda a cui è fissato il climber tramite l’Imbrago, ed è maneggiato da chi rimane alla base della parete e sta facendo Assistenza.
Quando un climber ti parla di Boulder non pensa alla città del Colorado dove era ambientata la serie TV Mork & Mindy, ma al sassismo, o arrampicata sui sassi: poiché i sassi hanno altezze (relativamente) modeste i boulderisti non si assicurano con le corde ma mettendo dei materassini sotto al punto in cui stanno arrampicando. Se li senti parlare di Problemi da risolvere non si tratta né di amore né di matematica, ma di Vie di arrampicata.

Una Falesia, per uno scalatore, è un qualunque sito dove c’è una parete rocciosa per praticare l’arrampicata. Alcune possono essere anche a strapiombo sul mare, o sulla spiaggia, ma la maggior parte si trovano nelle località di montagna e il mare l’hanno visto forse nel Paleozoico.
Free climbing e Free solo non sono sinonimi e soprattutto non sono da confondere! Il Free climbing è lo stile dei puristi, che per salire sfruttano solo le caratteristiche della roccia e le proprie capacità fisiche, lasciando a corde e ancoraggi solo la funzione di sicurezza in caso di caduta. Il Free solo è invece lo stile di arrampicata che non prevede l’uso né di corde né di altra attrezzatura, nemmeno per sicurezza. Alex Honnold ha intitolato Free Solo il documentario sulla sua ascesa sulla parete di El Capitan, nel Parco nazionale di Yosemite, vincitore del premio Oscar 2019 come miglior documentario.

Gli Imbraghi sono quei “mutandoni” di tessuto tecnico ultra resistente che si indossano sopra ai pantaloni e si agganciano con il Moschettone alla corda: le 3 cose assieme sono i dispositivi di sicurezza fondamentali per ogni climber.
Oltre che all’aperto si arrampica anche indoor, nelle Palestre di arrampicata, dove si trovano pareti artificiali attrezzate con percorsi di gradi e difficoltà diverse. Un ottimo modo per fare pratica prima di andare outdoor (o per allenarsi quando il meteo non lo consente).

Un Tiro di corda è il tratto di una Via di arrampicata che parte da un punto e arriva a una sosta da dove ci si può far calare oppure, opportunamente assicurati, aspettare gli altri per poi proseguire con un nuovo Tiro.
Infine la Via d’arrampicata è il percorso che gli scalatori fanno da terra fino alla vetta, e può essere composto da un solo Tiro (e allora è chiamato Monotiro) o da più tiri di corda, e allora si parla di Via lunga.