Arte Fiera e Art City 2016: le novità e qualche anticipazione sul programma

Torna a Bologna dal 29 gennaio all'1 febbraio 2016 la kermesse d'arte moderna e contemporanea più longeva d'Italia

Foto di Stefano Santi / Iguana Press / Iguana Press

Scritto da Salvatore Papa il 30 novembre 2015
Aggiornato il 26 gennaio 2016

Diciamolo subito: Arte Fiera compie 40 anni. Nacque nel 1974 nel contesto della fiera campionaria di Bologna e “nacque pop, tra mobili, ceramiche e crescentine” – come ha specificato Duccio Campagnoli, presidente di Bologna Fiere.

È attorno alla celebrazione di quest’anniversario che ruota l’edizione 2016 (Bologna, 29 gennaio – 1 febbraio) con novità che riguardano sia l’infrastruttura della manifestazione che i suoi contenuti. Ci sarà, infatti, un padiglione in più per far fronte alle 190 gallerie presenti con oltre 2mila opere. E ci sarà una grande mostra in Pinacoteca, “Arte Fiera 40”, con una selezione di lavori che hanno fatto la storia della kermesse d’arte più longeva d’Italia. Mostra, quest’ultima, curata internamente dai direttori artistici Claudio Spadoni e Giorgio Verzotti, che rinunciano così a Marco Scotini, il vero grande assente. Mostra che si allargherà negli spazi del MAMbo con un’ulteriore selezione di opere acquisite da BolognaFiere.

Rimane invece invariato l’impianto di ART CITY Bologna, il programma istituzionale di mostre e iniziative speciali collaterali (oltre 50 eventi e 40 sedi), con un Art City Bus gratuito, l’Art City Cinema in collaborazione con la Cineteca e l’ART CITY White Night, sabato 30 gennaio.

Marina Gasparini- Il Denaro è un Bene Comune
Marina Gasparini- Il Denaro è un Bene Comune

Qui il programma aggiornato ad oggi (30 novembre 2015), di cui segnaliamo già:

– il film di Matthew Barney al Teatro Comunale, 6 ore di visioni;

– il progetto espositivo curato da Simone Menegoi, LA CAMERA. Sulla materialità della fotografia (Palazzo De’ Toschi, 30 gennaio – 28 febbraio 2016) con un gruppo di artisti internazionali fra cui Dove Allouche, Paul Caffell, Attila Csörgő, Linda Fregni Nagler, Paolo Gioli, Raphael Hefti, Marie Lund, Ives Maes, Justin Matherly, Johan Österholm, Lisa Oppenheim, Anna Lena Radlmeier, Evariste Richer, Fabio Sandri, Simon Starling, Luca Trevisani, Carlos Vela-Prado;

Officina Pasolini al MAMbo, un percorso di immagini, suoni e documenti articolato in sei sezioni tematiche che ripercorre l’universo poetico, estetico e culturale di Pier Paolo Pasolini;

– il progetto Teatro dei Prodigi al Museo di Palazzo Poggi con le installazioni ambientali di Marina Gasparini, Serena Piccinini e Silvia Urbini;

– la performance L’Imbandita di Sissi, domenica 31 gennaio alle ore 19.30 l’Oratorio di San Filippo Neri;

– l’esposizione antologica del Mast, Jacob Tuggener: Fabrik 1933 – 1953. Poetica e impronta espressionistica nelle immagini industriali;

FLUX US al CUBO Centro Unipol Bologna con i lavori museali dell’artista tedesca Mary Bauermeister, l’installazione site specific dell’artista bolognese Francesca Pasquali e l’installazione interattiva di fuse*;

– la nuova edizione di ON con Ludovica Carbotta e Adelita Husni Bey.