Bologna Estate c’è: ecco gli eventi del primo cartellone post-quarantena d’Italia

Scritto da La Redazione il 12 giugno 2020

Il primo cartellone estivo d’Italia parte a Bologna e sarà diffuso in tutta la città, dal centro ai Quartieri, cortile per cortile, piazza per piazza, iniziativa dopo iniziativa.

Domenica 14 giugno dalle 11 alle 13, alla vigilia della ripresa delle attività di spettacolo a livello nazionale, il cantautore e comico Lorenzo Baglioni, accompagnato dal cantante e musicista Damiano Sardi e dal bolognese ‘Padre Buozzi’ di Paolo Maria Veronica sarà il banditore d’eccezione di un evento curato da Mismaonda, che annuncerà, da un bus scoperto in giro per i quartieri, che è finalmente arrivata l’estate e che, dal 15 giugno, Bologna Estate c’è.

Dal 15 giugno apre ufficialmente la rassegna estiva promossa e coordinata dal Comune di Bologna che inaugura con ‘Sunshine Supeheroes’ la manifestazione organizzata da Locomotiv Club che si terrà tra il parco del Dopolavoro Ferroviario e l’Arena Puccini. Sempre il 15 giugno alle 22 debutta, con partenza in Piazza Maggiore, “Lapsus Urbano” la ‘passeggiata performativa’ di Kepler 452 che replicherà il 20 e 21 giugno e prende il via la quarta edizione delle ‘ResiDanze di primavera’ di Teatri di Vita. Si aggiunge la serata di chiusura del festival internazionale di cinema Biografilm Festival e, alle 21, Gianni Morandi torna sul palco del Teatro Duse con una serata speciale per riabbracciare in maniera simbolica il pubblico, in attesa di riprendere la piena attività.

CINEMA

Si moltiplicano gli schermi in città: il programma disegnato dalla Cineteca coprirà un arco di tempo uguale a quello degli scorsi anni, con più di 50 serate, dal 4 luglio al 1° settembre. Con “Sotto le stelle del Cinema” e “Il Cinema Ritrovato” torna a splendere il grande schermo di Piazza Maggiore, a cui si aggiungono la nuova arena all’aperto nel campo da rugby del centro sportivo Barca che moltiplica le possibilità di visione proponendo la stessa programmazione della piazza. Riapre anche la storica Arena Puccini con il meglio delle produzioni dell’ultima stagione cinematografica e le prime anticipazioni della prossima. Al via anche la nuova Arena Fico che dal 18 giugno inaugura il suo programma con proiezioni cinematografiche, esibizioni dal vivo.

SPAZI

Tra spazi nuovi, famosi e segreti sono oltre 60 i luoghi che già a giugno si accendono per Bologna Estate e molti se ne aggiungeranno nei prossimi mesi.

Tra i nuovi: “Pontelungo Summer Festival” nell’area verde del parco del centro sportivo Pontelungo – che dal 26 giugno a fine settembre presenta in un’ampia area verde musica, proiezioni, la possibilità di vedere le partite di calcio in diretta, mostre, ristorazione e una rassegna dedicata al teatro comico con la direzione artistica di Giovanni Cacioppo – e “Non Solo Roveri”, nello spazio aperto del Giostrà di via Mattei, con musica, ristorazione e le proposte artistiche emergenti e la cucina tradizionale delle comunità straniere che vivono in città: dal Senegal alla Costa d’Avorio al Camerun alla Nigeria, e Capo Verde fino alla Romania, all’Albania e altri paesi dell’est. Una nuova formula anche per la rassegna estiva negli spazi aperti del circolo ‘la Fattoria’ del Pilastro, che amplia su tutta l’estate l’offerta di proiezioni, incontri, musica e spettacolo coinvolgendo operatori culturali, commerciali e sociali della zona.

L’estate di Emilia Romagna Teatro a Bologna prende le mosse da un evento simbolico: il 16 giugno le porte dell’Arena del Sole si apriranno per Che cosa può il teatro? Storie di palcoscenico: una festa scandita in un doppio appuntamento – un incontro con il direttore Claudio Longhi e un reading curato dalla compagnia permanente di ERT per ragionare insieme sulla funzione pubblica del teatro.

Torna anche “L’Altra Sponda”, la rassegna estiva del Cassero negli spazi antistanti la Salara: dal 19 giugno teatro, dj set, concerti live, presentazione di libri festival e mercatini che si concluderà con la 18° edizione di “Gender Bender” in una versione en plein air dedicata alla danza italiana ed eccezionalmente programmata nel periodo 7–18 settembre al Parco del Cavaticcio.

Riaprono alcuni dei luoghi più amati dei colli: Villa Ghigi con la rassegna ‘L’eco della prima collina’; “La collina delle meraviglie” in via di Sabbiuno e l’ “Estate al Podere Ca’ Nova”, mentre il Parco del Paleotto ospita nuovamente il festival di danza a cura di Selene ‘Terra del corpo’; il teatro dell’ABC con ‘La luna e gli orti’ popola gli orti della Braina e il chiostro della parrocchia della Misericordia. Confermati anche “Il Salotto del Jazz” in via Mascarella, “I giardini del Baraccano festival”, a cura della Casa delle Associazioni, che animerà il giardino e il vasto spazio all’aperto con serate di musica, teatro, letteratura, talk su tematiche sociali e proiezioni, la consueta programmazione di “Farm” al parco XI settembre con incontri, musica e proiezioni di film sottotitolati per la fruizione delle persone non udenti.

MEMORIA

La città celebra nel 2020 il quarantesimo anniversario della strage di Ustica (27 giugno) e della strage del 2 agosto alla stazione. I 40 anni dalla strage di Ustica saranno ricordati, oltre che dalla consueta rassegna di spettacoli al parco della Zucca in partenza a luglio, dalla mostra Nino Migliori Stragedia curata da Lorenzo Balbi, che parte il 27 giugno nell’ Ex Chiesa di San Mattia; il 2 agosto ancora una volta l’Orchestra del Teatro Comunale sarà protagonista in Piazza Maggiore per non dimenticare la strage alla Stazione di Bologna e celebrare con la musica la memoria delle vittime.

ESTATE DI CASEGGIATO

Come annunciato sarà anche un’estate di caseggiato: con “cantastorie a domicilio”, un filone di spettacolo itinerante che si aprirà con le proposte di “Teatrino a due pollici” per incontrare le comunità, i gruppi di vicinato, i bambini e le famiglie proprio dove abitano, con letture, teatro di figura e musica; la “Caccia al tesoro teatrale” organizzata da Mismaonda negli spazi dei Quartieri; il “Treno del ricomincio” inventato da Cantieri Meticci: una grande officina di botteghe artigiane, narrative e itineranti che inizieranno il loro viaggio attraverso tutta la città con laboratori gratuiti guidati da artigiani e narratori per creare manufatti, collage e narrazioni che comporranno alla fine grandi installazioni in diversi luoghi della città.

DA LUGLIO

Proseguirà poi a Teatri di Vita la programmazione estiva con Cuore d’Italia la nuova edizione della tradizionale rassegna che si concentra su artisti e visioni italiane. Ritorna, con una programmazione ancora più ampia ed estesa nel tempo, il Cortile del Piccolo Teatro del Baraccano che ospiterà concerti, spettacoli di prosa e di danza; torneranno anche le attività in Montagnola, quelle nello spazio dei 300 scalini e aprirà il nuovo Borgo Mameli – Fuori luogo alla ex caserma Mameli. Verrà riproposta anche una programmazione nel Cortile Guido Fanti di Palazzo d’Accursio, una trentina di serate ad ingresso gratuito ma con prenotazione obbligatoria.

MODALITÀ D’ACCESSO

Gli organizzatori stabiliranno preventivamente il numero massimo di partecipanti ammessi agli eventi in base alle condizioni ambientali e strutturali dei luoghi in cui si svolgono le iniziative di Bologna Estate. Gli eventi saranno accessibili su prenotazione, secondo le modalità organizzative predisposte dagli operatori (e-mail, WhatsApp, circuito di vendita Vivaticket, etc.) e segnalate attraverso il sito bolognaestate.it. Al pubblico sarà richiesto di portare sempre con sé la mascherina e seguire le indicazioni ricevute dagli operatori al momento della prenotazione e in loco. Inoltre, dovranno essere seguiti i percorsi segnalati per l’ingresso e l’uscita.