Nell’ex caserma un nuovo spazio che nasce dall’esperienza del Guasto Village

Scritto da Salvatore Papa il 29 ottobre 2019

L’apertura è prevista per l’inizio dell’estate prossima, quando sarà già possibile godere del giardino esterno e di qualche evento, tra mostre e concerti. «Il progetto – ci dice Giacomo Berti Arnoaldi Veli – lo stiamo ancora definendo, ma l’idea è quella di proseguire i progetti di socialità, aggregazione e cultura sviluppati nel Guasto Village». L’edificio in questione è una porzione dell’ex caserma Mameli, situata all’incrocio tra viale Vicini e via Saffi, messa all’asta dall’Agenzia del Demanio e acquistata per 857.250 euro da una cordata di persone già attive nell’organizzazione di eventi e nella ristorazione a Bologna. Tra questi, Renato Lideo, Maurizio Cecconi, Giorgio Aquila e lo stesso Giacomo, già socio di PeacockLab, l’associazione ideatrice del Guasto Village.
«In una prima fase – continua – apriremo una parte legata alla somministrazione di bevande e cibo, poi vorremmo creare un ostello per turisti, e quindi renderlo un luogo polifunzionale e aperto a tutti».
E il Village? «Vedremo, per il momento restiamo alla finestra».