Cosa fate a capodanno?

La risposta alla domanda del secolo. Dal capodanno al Carrefour a quello in biblioteca, ecco gli eventi fake più belli di sempre.

Scritto da Martina Di Iorio il 28 novembre 2018
Aggiornato il 5 dicembre 2018

Non è che non abbiamo niente da fare in redazione, è proprio che questo articolo ci è venuto dal cuore. Il domandone del secolo, quello che glissiamo con nonchalance ma con cui ci facciamo tutti i conti a un certo punto. Cosa fate a capodanno? In bilico tra prendere il Ryanair dell’ultima ora e andare a Berlino, e starsene a casa perché tanto “a me dell’ultimo dell’anno frega un cavolo”, sappiamo bene che come ogni anno finiremo a portare il cotechino del Lidl e lo spumante a basso costo a casa dei nostri amici.

Invece no. Complice la genialità del web, quest’anno le cose andranno diversamente. Cazzeggiando nei meandri dell’internet abbiamo scovato i migliori eventi fake per passare la fine del 2018 e salutare con le migliori intenzioni il nuovo anno. Ecco la nostra selezione delle feste più assurde, venute fuori dalla genialità incontrastata del popolo di Facebook.

I capodanno al Supermercato

Che non te lo passi il 31 dicembre al Carrefour in stile Ferragnez? Anche i fan dell’altro colosso della GDO però non restano a guardare ed ecco che spunta fuori l’eventone capodanno all’Esselunga altro che Carrefour!. Attenti però, non fatevi riprendere dall’amico sbronzo mentre lanciate cavolfiori e carote all’aria. Dicono special guest Rovazzi che canta: “Faccio il cazzo che voglio anche io!”. Geniali.

I capodanno malinconici

Se non avete sbattimenti di mettervi glitter e ballare Maracaibo allora qui avete la risposta. Malinconici e introspettivi? Pigiama e prosecco sul divano mentre si spera in un anno migliore. Se invece vi piace vincere facile il web ha la risposta anche su questo. Perché scegliere mete caraibiche quando poi si deve tornare al grigiore dell’ufficio. Abbassare le pretese come unica ancora di salvezza. Se a Rovigo meglio ancora, tra nebbia e tristezza, il capodanno per rendere felice il resto del vostro anno. Non ce l’abbiano con noi gli abitanti.
Se non volete abbandonare la frustrazione del quotidiano allora la festa che fa per voi è questa: capodanno alla stazione Termini cercando di trovare l’uscita. Magari l’unione fa la forza.
Per i più romantici o per quelli a cui ancora non è scesa la fissa dei teen movie anni 2000, c’è l’eventone incredibile capodanno alla festa di Ryan e Marissa. Una full immersion negli anni che furono per prendersi male secondo dopo secondo.

I capodanno colti e gli evergreen

Come dimenticare il mitico capodanno di Fantozzi con il Maestro Canello? Un Veglione vecchio stile, un classico che non passa mai di moda, un modo old fashion di passare l’ultimo giorno del 2018 esattamente come tutti gli altri: completamente a caso. Il Veglione di capodanno con l’orchestra del Maestro Fanello è la festa che non vi aspettate.
Per chi vuole andare sul sicuro, e non abbandonare mai le certezze di una vita, c’è l’evento evergreen nel tempio del lusso e dell’ostentazione. capodanno ad Arcore con figa & champagne per i superstiziosi che vogliono onorare l’antico detto: chi scopa a capodanno scopa tutto l’anno.
Decisamente su un segmento più colto questi due eventi: Ubriacarsi alle vigilie di Natale e capodanno con Piero Angela e Capodanno alle macchinette in Biblio. Raffinato e erudito il primo, con un Piero Angelo in splendida forma, più democratico e baldanzoso il secondo, per chi non può permettersi panettoni artigianali ma solo KitKat a 90 cent.
A Piero Angela si contrappone l’altro leggendario pilastro del nonsense televisivo Giancarlo Magalli: shot a non finire e cabriolet tecnici con countdown esasperati al Capodanno/Sfascio con Magalli a “I fatti vostri” 2018. Per condividere i fatti vostri con il resto del mondo.

Concludiamo la carrellata con quello che consideriamo il migliore di tutti. L’evento degli eventi, l’editor’s pick, la festa a lunga attesa (cit.), quella per cui anche Jack Gambardella avrebbe fatto carte false.
Con l’Ultimo dell’anno nel cesso dei Casamonica vi salutiamo al 2019. Raffinatezza, sintesi, sobrietà e rigore sperando nell’anno che verrà.

Anche noi di ZERO vogliamo proporvi i nostri festoni più imbarazzanti, frutto di brainstorming estremi e riunioni fino a tarda notte. Questa la nostra selezione, ma nulla vi vieta di suggerirvi i vostri. Ci troverete qui:

– Non uscire a capodanno per vedere Un giorno in pretura speciale capodanno
– Capodanno muto con Maurizio Cattelan
– Capodanno con Sala ad Avellino (tour dei negozi chiusi)
– Capodanno col vaso antico di Montenegro
– Capodanno con Calcutta o a Calcutta
– Capodanno a Rozzano (fuochi d’artificio che manco a Napoli)
– Capodanno a EXPO (ti butti dal ponte pedonale)
– Capodanno con Maratona Chi l’ha visto?!
– Capodanno sulle piste al Monte Stella e/o del Duomo (con il nuovo logo delle Olimpiadi con le piste).

Contenuto pubblicato su ZeroMilano - 2018-12-16