Dopo aver conquistato Milano, Piano City invade anche Palermo

Dal 5 al 7 ottobre il festival dedicato ai tasti bianchi e neri sbarca per la seconda edizione anche nel capoluogo siciliano, mantenendo un rapporto strettissimo con il fratello maggiore lombardo.

Scritto da La Redazione il 25 settembre 2018
Aggiornato il 8 ottobre 2018

La festa dei pianoforti, nata, cresciuta ed esplosa a Milano, conquista anche Palermo. Piano City è il “festival diffuso” dedicato al pianoforte che da queste parti conosciamo assai bene e che dal 2012, per un weekend all’anno (tendenzialmente a maggio), invade tutti gli angoli della città, stravolgendo il consueto modo di ascoltare e vivere la musica dal vivo. Una manifestazione molto amata dai cittadini, completamente gratuita, che negli anni è cresciuta, praticamente dilagata, tantissimo e che dallo scorso anno ha un fratello “minore” anche in Sicilia.

Dal 5 al 7 ottobre tre giorni fittissimi con 90 ore di musica, in oltre 30 luoghi della città, per solo pianoforte. Dal jazz alla musica barocca, dal pop all’elettronica, come a Milano, Piano City Palermo trascende i generi e arriva tanto nei cortili delle case quanto in luoghi inusuali della città. Un progetto che sposa lo spirito di Palermo Capitale della Cultura 2018, organizzato da Piano City Milano, Teatro Massimo e Comune di Palermo e con la direzione artistica di Ricciarda Belgiojoso (dal 2016 alla direzione di Piano City Milano, e da Oscar Pizzo, Direttore artistico del Teatro Massimo). Forse tornerete anche con qualche chilo in più, come da tradizione per ogni trasferta siciliana che si rispetti, ma con gli occhi e le orecchie pieni di meraviglie.

QUI tutto il programma