Foto di Ilaria Assenza

Scritto da Valerio S. il 1 luglio 2019
Aggiornato il 24 giugno 2019

Quanto è bello mangiare in aeroporto? Sì, lo so, sarò pazzo, ma ogni qualvolta l’aria vacanziera si impossessa della mia carta di credito, adoro imboccare il gate quelle quattro/cinque ore prima del volo, giusto per perdermi, come un novello Pollicino, nel bosco delle mille e più proposte gastronomiche. A Malpensa poi ce ne sono davvero per tutti i gusti, in un continuum che va dal lusso al “a noi ce piace de magnà e beve e nun ce piace de lavorà”.

Al Terminal 1 per esempio trovi il Ferrari Spazio Bollicine e il Davide Oldani Café, eccellenze eleganti ed esclusive che ti terranno per mano fino all’imbarco, tra tartare, baguette e magnum di spumante da primissima Repubblica.
Vuoi tuffarti nel caldo abbraccio del ramen? Sempre all’interno del Terminal 1 ecco uno dei tre ristoranti di Wagamama in Italia, brand panasiatico con quasi 200 locali in 22 paesi del mondo. Un bel mix tra tradizione kurosawana e modernità kitanesca associate al cibo.

Se invece sei pronto ad addentare un succulento hamburger, il BurgeRy a firma Roadhouse Grill è il giusto compromesso tra quantità da Obelix e qualità gourmet, con tagli di carni rigorosamente italiane e un’accettabile proposta vegan.
Per gli amanti dello street food segnalo invece lo Chef Italian Market, contenitore di chioschi tematici che offrono la possibilità di scegliere piatti di differenti tradizioni regionali e che ricordano da vicino quelli di un mercato coperto, solo con più aria condizionata e molte meno urla e improperi.

Quante volte hai allegramente maledetto la vita per averti sovrapposto l’orario della partenza con quello di una partita fondamentale della tua squadra del cuore? Lo SkyLounge viene incontro ad annosità del genere grazie ai suoi numerosi schermi al plasma collegati al bouquet Sky. L’offerta gastronomica spazia dalla caffetteria classica agli snack dolci e salati, oltre a primi e secondi piatti che non faranno storcere il naso neanche ai puristi più intransigenti della ristorazione. Il travaso di bile per il rigore non concesso è incluso nel prezzo.

Malpensa è anche teatro di mitologici scontri campanilistici, come per esempio quello tra la pizza romana di Caio e l’istituzione meneghina Spontini. Una guerra santa senza confini, più speciosa delle Crociate ma, mille e mille volte ancora, più gustosa.
Purtroppo è già arrivato il momento di decollare. Chissà cosa mi serviranno di buono per pranzo…