FAT FAT FAT Festival: guida su cosa fare prima o dopo il festival

Spiagge, ristoranti, musei per vedere un po' del meglio delle Marche o viversi al meglio l'hangover post-festival

Grancia di Sarrocciano, Corridonia - Marche

Scritto da Emanuele Zagor Treppiedi il 26 luglio 2017
Aggiornato il 24 aprile 2018

Cosa ti spinge ad andare a un festival d’estate? Sicuramente la line up, ma anche tutto quello che ruota intorno al festival ovvero cosa offre a livello di altri servizi che non riguardano la musica: paesaggi, architetture, cultura, ristorazione ecc…. Si fanno grandi programmi di cose da fare e da vedere poi ovvio se la flirtationship della sera prima va buon fine i piani magari cambiano, oppure capita di dover lottare con quell’odioso hangover che rende difficile tutto, anche andare a mangiare una brioche nella miglior pasticceria della zona.

fat-fat-fat

Visto che a noi è capitato di tutto ormai siamo diventati esperti e suggeriamo di arrivare in zona festival un giorno prima e di ripartire un giorno dopo. È vero è un po più dispendioso ma vuoi mettere, arrivare al festival senza ansia e senza la stanchezza del viaggio d’andata e ritornare a lavoro o comunque in città senza i postumi dell’ultima sera del festival?

Così visto che teniamo a voi vi suggeriamo tutto quello che potete fare nei dintorni di FAT FAT FAT Festival uno dei migliori festival estivi della nostra penisola. Ci siamo stati lo scorso anno e quando diciamo così è perché è vero.
Per comodità abbiamo suddiviso questa guida in mare, per chi non può fare a meno del sapore della salsedine, entroterra per chi cerca borghi nascosti e preferisce fare trekking sui monti e Corridonia per chi non ha sbattimenti e vuole stare attaccato al festival.

MARE

FAT FAT FAT si tiene a Corridonia nelle Marche, terra del bellissimo Parco del Monte Conero che dalla sede del festival dista poco meno di un’ora. 512 metri a picco sull’Adriatico, un’area naturale protetta che offre non solo sentieri, più o meno selvaggi, per fare camminate nella natura, ma anche diversi punti panoramici e spiagge in cui andare a prendere il sole e fare il bagno.

Una delle spiagge più semplici da raggiungere, che ha quel mood un po’ wild, è la Spiaggia di Mezzavalle. Una volta lasciata la macchina in uno dei parcheggi sulla statale (li trovate facilmente) dovrete fare un ripido percorso (che sconsiglio di fare in ciabatte), da cui potrete ammirare un bel panorama su tutto il Parco del Conero, che vi porta alla spiaggia. Non ci sono stabilimenti attrezzati ma c’è non un bar/ristorante alla buona che può soddisfare tutte le vostre esigenze. Noi non ci siamo fatti mancare diverse bottiglie di prosecco e rifare il percorso in salita è stato più difficile del previsto. Il bar è dotato di docce quindi non fate gli schizzinosi e buttatevi in mare quanto volete che l’acqua non è affatto male.

mezzavalle

In alternativa c’è un hot spot più impegnativo da raggiungere che però merita molto. Dopo tutto si tratta solo di trovare un’imbarcazione che ti porta in una delle più belle spiagge del parco: Spiaggia due sorelle a Sirolo. Mare cristallino, faraglioni che si stagliano dalle profondità marine e una spiaggia bianca, queste sono le caratteristiche di questo luogo il cui nome deriva dalle rocce gemelle emerse di fronte al litorale. Ai più pigri si consiglia, in alternativa, la colazione all’alba sul belvedere del soprastante borgo di Sirolo: talmente romantico che, se fosse un film americano, le signore potrebbero trovare un anello nel cappuccino.

sirolo

Per una signora mangiata nel Conero non potete non andare da Giacchetti e provare i famosi moscioli ovvero le cozze selvatiche del parco. Dal crudo al fritto tutto quello che abbiamo assaggiato era impeccabile, poi sei direttamente sul mare e infatti, appena arrivate, vi consigliamo di prenotare anche ombrellone e sdraio perché dopo la magnata non avrete voglia di fare molti spostamenti. Per l’ultimo giorno del festival trip è perfetto!

Se invece volete stare più vicini alla location del festival c’è Civitanova Marche che con i suoi lungomari Nord e Sud nel 2017 ha ottenuto le Bandiere Blu. Qui i ragazzi del festival consigliano il ristorante il Circolino della Vela.

ENTROTERRA

Se non siete fan del mare, preferite l’entroterra e anche d’estate non potete fare a meno di dedicarvi alla cultura potete andare tranquillamente a Macerata e ammirare il suo patrimonio storico e artistico tra palazzi del 1600, musei e chiese. Consigliatissima la Trattoria da Ezio, la signora qui sotto vi tratterà nel migliori dei modi con le sue paste fatte in casa e i secondi dalla cucina tradizionale delle Marche.

sig.a trattoria da ezio

Sempre per gli amanti dell’entroterra e gli appassionati delle passeggiate tra borghi antichi e natura, a quasi due ore da Corridonia, ci sono i Monti Sibillini con l’omonimo parco talmente esteso da offrire persorsi da fare sia a piedi che in macchina

Se due ore di macchina sono troppe potete fermarvi prima al Lago di Fiastra che fa sempre parte del parco nazionale dei Monti Sibillini. Anche qui potete fare diverse attività, tra le camminate suggeriamo quella delle Lame Rosse, una sorta di piccolo canyon.

Un opzione, sempre nell’entroterra, da considerate anche in caso di pioggia sono le Grotte di Frasassi. Una città sotterranea incredibile, il più grande complesso di grotte sotterranee d’Europa. La natura ha scavato questa città sotterranea fatta si stalattiti, stalagmiti e specchi d’acqua. Diversi sono i percorsi che potete fare e al festival poi potrete raccontare un’esperienza davvero incredibile.

frasassi

 

A CORRIDONIA

Se volete stare vicini al festival allora dedicatevi alla meditazione e alla spiritualità: visitate la Chiesa e il borgo di San Claudio. Dopo la pausa riflessiva concedetevi però anche una buona magnata al ristorante dell’Hotel San Claudio che non è niente male.

Ora sapete tutto quello che secondo noi è il meglio che potete fare per godervi al meglio il Festival Trip di FAT FAT FAT. Ci vediamo sottocassa: no infradito, sì telo-mare e pareo.

***

IL PROGRAMMA DI FAT FAT FAT Festival

Friday, 4th August
Venue: Piazza Vittorio Emanuele II, Morrovalle

Yussef Kamaal
Fatima & The Eglo Live Band
Raffaele Costantino dj set

Saturday, 5th August
Venue: Grancia di Sarrocciano – C.da Sarrocciano, Corridonia

MAIN STAGE
17.00-19.00 Stump Valley
19.00-21.00 Nightmares On Wax dj set
21.00-23.30 Alexander Nut & K15
23.30-00.30 Mark de Clive-Lowe live solo
00.30-03.00 Omar-S
03.00-05.00 Steven Julien / Funkineven

IL GIARDINO DELLA SGUGOLA
18.00-20.00 DISCODELLA
20.00-21.30 Franco B
21.30-23.30 Nu Guinea
23.30-01.00 Dj Iommi
01.00-03.00Native

Sunday, 6th August

Venue: Grancia di Sarrocciano – C.da Sarrocciano, Corridonia

MAIN STAGE
16.00-19.00 Harmonized Soundsystem
19.00-20.30 Awesome Tapes From Africa
20.30-00.00 Tama Sumo & Volcov
00.00-01.30 Jayda G
01.30-04.00 Moodymann

IL GIARDINO DELLA SGUGOLA
18.00-19.30 Abstract
19.30-20.30 Mononome live
20.30-22.30 Raffaele Costantino
22.30-00.30 Dom Servini
00.30-02.30 Dj Hendrix

Monday, 7th August
Venue: L’ammazzacaffè c/o Gergo Lounge
Info
Lakuti
Harmonized Soundsystem

→ Accomodation

Acquista i biglietti qui trovi tutte le opzioni (abbonamento, single day, preview…)

Associazione FAT FAT FAT
www.fatfatfatfestival.it
info@fatfatfatfestival.it
☎: + 39 3384763017