Il Comune ha acquistato la Palazzina Magnani: sarà un grande polo museale

Un nuovo tassello per il progetto complessivo della Manifattura delle Arti

quartiere Porto

Scritto da La Redazione il 19 dicembre 2020

Da venerdì 18 dicembre 2020, la Palazzina Magnani è di proprietà del Comune di Bologna. L’edificio, non utilizzato dal 2016 è un immobile storico dei primi del ‘900, situato in via Azzo Gardino 61 (accanto all’ex cinema Embassy) e di proprietà dell’Agenzia del Demanio, che l’aveva messa in vendita attraverso l’indizione di un’asta pubblica, andata deserta lo scorso 15 ottobre. La palazzina aveva dato vita nel 2003 all’esperienza del Vag61 con un’occupazione durata poche settimane.

Il costo è di 1 milione e 900 mila euro.

“Con l’acquisto della Palazzina Magnani potrà concretizzarsi il progetto di istituire un grande polo museale internazionale con le opere di Giorgio Morandi e del MAMbo – ha spiegato l’assessore alla Cultura Matteo Lepore -. Investiremo risorse per ristrutturarla e lanceremo un concorso di architettura per fare di questo edificio un punto di riferimento e un simbolo della nostra città. , ultimo tassello rispetto alle eccellenze già presenti: Cineteca, MAMbo, Salara e DAMS – DAMSLab / La Soffitta”.