Il giro del mondo con Anna Molly e Balera Favela

I due sound system ci portano per mano tra le sonorità del nostro amato pianeta

Scritto da Eric Fiorentino il 1 ottobre 2019
Aggiornato il 21 ottobre 2019

In occasione dell’inusuale matrimonio lampo, che avverrà non a caso nell’ex Striptease, Zero celebra gli sposi (Anna Molly e Balera Favela) con una playlist sonora generata dai loro due differenti, ma complementari, gusti musicali.

I consorti non hanno le idee molto chiare sulla propria sessualità, mentre per quanto riguarda il viaggio di nozze sono decisissimi. L’itinerario stabilito parte dalla carioca Rio, passa per le spiagge caraibiche della Repubblica Domenicana e conclude il giro delle Americhe nella fredda Minneapolis. Gli servirà una valigia assai capiente per portarsi sia le infradito sia il montone invernale.

Di tornare a casa però, i due coniugi non ne hanno proprio voglia e il richiamo di mamma Africa è veramente forte. Purtroppo il volo per tornare dal Camerun fa scalo a Lisbona, non vorrai mica perderti la capitale odierna della creatività europea. C’è da salutare anche qualche parente dal sangue blu nelle terre piovose della corona inglese, dove in teoria è già stato allertato un avvocato a Londra, pronto a sancire il divorzio.

America Latina

Kevin O’Chris – Ela E’ Do Tipo (2019)

Balera Favela | Siamo appena stati a Rio De Janeiro e questa è la hit del momento firmata Kevin O’Chris, “the last big thing” in Brasile in ambito baile funk e ambasciatore del Baile Da Gaiola, uno dei più famosi di Rio.

Matt Bianco – Half a Minute (1984)

Anna Molly | Il technopop che incontra il jazz di largo consumo ed il ritmo della cumbia: il gruppo inglese Matt Bianco rappresenta una icona della musica soul europea fortemente legata alle sonorità dell’America Latina. “Half a Minute”, canzone che racconta dell’amore e dei sogni che svaniscono, è uno dei capisaldi del gruppo, remixata nel 2010 anche da Joey Negro.

America Centrale e Settentrionale

Major Lazer feat. J Balvin & El Alfa – Que Calor (2019)

Balera Favela | Diplo non é mai stato nuovo nel scovare i talenti di domani, e così in questo ultimo brano targato Major Lazer troviamo il featuring di uno dei cantanti portabandiera della nuova scena musicale domenicana: El Alfa. Brano dalle sonorità caraibiche, ma radicato nell’elettronica made in USA, é destinato a diventare un instant classic. Occhi puntati sulla Repubblica Domenicana, il pop del futuro é li.

Prince – Irresistible Bitch (Early Version) (1983)

Anna Molly | “Irresistible bitch” è uno dei primi successi di Prince. Composta e registrata cinque giorni prima del masterpiece “The Beautiful Ones”, la canzone viene pubblicata e rilasciata al grande pubblico come b-side di “Let’s Pretend We’re Married”. La sonorità raw, la voce graffiante e primordiale del genio di Prince si combina ad organo, drum machine e percussioni per uno dei capolavori del synthpop mondiale.

Africa

Timaya – Balance (2019)

Balera Favela | Timaya è un cantante e compositore nigeriano, re indiscusso della musica afro-soca e afrobeats. “Balance” è la prima traccia e la nostra preferita del suo ultimo EP “Chulo Vibes” uscito quest’anno.

Manu Dibango – Sun Explosion (1978)

Anna Molly | Originario del Camerun, Manu Dibango è probabilmente il profilo musicale più influente della musica Africana. Ha suonato, registrato e composto qualsiasi genere musicale: dal soul al jazz, dal reggae al blues e all’african-electro. “Sun Explosion”, come espresso dal titolo, è un inno al sole, alla gioia e al groove del funk africano. Un successo senza tempo ristampato anche da Africa Seven nel 2016.

Europa

Pedro – MPTS (2019)

Balera Favela | Precedentemente noto come King Kong, Pedro è uno dei dj e produttori portoghesi del momento. Influenzato dai ritmi africani del sobborgo di Damaia a Lisbona in cui è cresciuto, le sue ultime uscite (come questa “MPTS”) consolidano un suono unico e inconfondibile che lo colloca all’avanguardia della rivoluzione elettronica di Lisbona.

Grazia Vitale – Flash (1977)

Anna Molly | La storia di Grazia Vitale è tanto bizzarra quanto unica: da commessa della Rinascente a leader di Le Forme Aldeidi, diventa in poco tempo, una delle icone del op italiano grazie ad una serie di successi rilasciati su Phillips. La voce, la ritmica ed il timbro di Grazia, rappresentano tutt’oggi uno dei massimi livelli raggiunti dalla disco italiana.

United Kingdom

Mina feat. Bryte – Mama Dey Party (2018)

Balera Favela | Brano “infuoca-pista” prodotta dall’artista inglese Mina, da sempre alle prese con la fusione di tutti i tipi ritmi sincopati di tutto il mondo. Bryte, alla voce, è uno dei cantanti ghanesi più interessanti degli ultimi tempi.

The Human League – The Things that Dreams Are Made Of (1981)

Anna Molly | “The Things that Dreams Are Made Of” è la quintessenza del synth-pop made in UK. Inizialmente registrata per l’album “Dare” del 1981, è stata remixata ed editata come EP dance nel 2008, in occasione del trentennale degli Human League. “TTDAMO” (come informalmente veniva abbreviata nelle chart e nelle radio di quel tempo) è un tributo ai semplici piaceri della vita troppo spesso contrapposti ed oscurati dalla grande ambizione di successo dell’essere umano.